Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 15 Dicembre 2017

DALLA NIGERIA ALL'EGEO: "GENOCIDIO DI BAMBINI"

Scritto da  Redazione Feb 01, 2016

Un week end nero per l'infanzia. Prima la notizia dell'ennesimo naufragio di migranti sulle coste turche con la morte di 5 bambini su 39 vittime: "Nell'Egeo, una delle porte della nostra civile Europa, c'è un "genocidio in mare" quotidiano di bambini al quale ci stiamo colpevolmente assuefacendo", dice Andrea Iacomini portavoce dell'Unicef Italia.

Poi altro orrore arriva dalla Nigeria. Nuova strage di Boko Haram in un villaggio a cinque chilometri di Maiduguri, in Nigeria. Testimoni parlano di decine di corpi bruciati e crivellati di proiettili per le strade di Dalori dopo un attacco avvenuto sabato sera. Un uomo, che è riuscito a sfuggire nascondendosi su un albero, ha raccontato che poteva sentire le urla dei bambini tra le fiamme. Sono almeno 86 i civili massacrati, un centinaio i feriti. Lo affermano i media online dell'area. "Molte persone sono state uccise, numerose sono state ferite", ha dichiarato in un comunicato il portavoce dell'esercito nigeriano Mustapha Anka.

E gli integralisti islamici Boko Haram hanno colpito anche in Ciad, in due villaggi sulle rive dell'omonimo lago, nella regione di Hadjer Lamis. Il bilancio di due attentati suicidi è di almeno nove morti e 52 feriti.

Il primo kamikaze è arrivato a bordo di una motocicletta e si è fatto saltare in aria tra la gente nella località di Guitté. L'altro villaggio colpito è Mittériné, dove due donne si sono fatte esplodere in contemporanea dopo essere state individuate da alcuni abitanti appartenenti alle milizie di autodifesa, costituite proprio per fronteggiare le incursione dei Boko Haram. In quel momento le due kamikaze si trovavano vicino a un campetto di calcio e tra le vittime vi sono anche cinque bambini.

Sempre nel week end in Siria si conta un'altra carneficina a firma dell'Isis, questa volta a Damasco in un quartiere sciita già preso di mira un anno fa dai terroristi sunniti di al Nusra. Tre esplosioni, provocate da un'autobomba e due kamikaze, hanno scosso la capitale siriana mentre a Ginevra sono in corso i difficilissimi negoziati di pace sotto l'egida dell'Onu: il bilancio del massacro è di almeno 71 morti e oltre 100 feriti. Ma il numero delle vittime potrebbe salire in quanto molti civili sono stati ricoverati in condizioni gravissime.

Ci sono troppi orrori da cui scappare ma per tanti il viaggio della speranza finisce in fondo al mare.

Redazione (Fonti: Ansa e Redattore Sociale)

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31