Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 25 Novembre 2017

VIOLENZA SULLE DONNE, AL VIA PIANO NAZIONALE: 27 MILIONI DI FONDI

Scritto da  Giuseppe Manzo Nov 25, 2014

Ventisette milioni di euro saranno a disposizione del governo per contrastare la violenza sulle donne nel 2015. Ad annunciarlo è stata Giovanna Martelli, consigliera del presidente del Consiglio in materia di pari opportunità, in occasione del lancio oggi a Roma della campagna dell'Unar "Cose da uomini", presentata nel giorno in cui si celebra in tutto il mondo la Giornata contro la violenza di genere.

Martelli ha spiegato che rispetto alla cifra complessiva, 7 milioni serviranno per mandare avanti i centri antiviolenza, mentre gli altri 20 milioni saranno dedicati al Piano antiviolenza che prenderà avvio entro gennaio 2015. "Parlare di violenza alle donne vuol dire parlare di violazione dei diritti umani – sottolinea la consigliera – Il piano antiviolenza che stiamo costruendo ha dentro questo principio, perché la società in tutte sue articolazioni si deve far carico di questo fenomeno. Si tratta di un lavoro iniziato tempo fa attraverso i tavoli interministeriali, che nei prossimi mesi, dopo una consultazione aperta, si concluderà con l' adozione del piano definitivo entro gennaio 2015. Anche la convenzione di Istanbul, che l'Italia ha ratificato, all'articolo 5 parla infatti della costruzione di un piano nazionale, che serva a mettere a sistema le esigenze che ci sono nel paese".

Martelli ha inoltre precisato che per il biennio 2013-2014 le risorse a disposizione sono 17 milioni di euro, mentre i venti milioni del piano antiviolenza saranno a disposizione solo nel momento della sua approvazione definitiva all'inizio dell'anno prossimo. Sono invece già disponibili i sette milioni di euro destinati ogni anno ai centri antiviolenza. Sul tema delle risorse è intervenuta anche la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi che ha ammesso che ci sono anche quest'anno risorse non ancora utilizzate: "I fondi ci sono – ha detto – sta alle regioni e ai comuni spenderli correttamente".

Il Piano antiviolenza si muoverà su diverse direttrici di intervento. Innanzitutto si partirà dalla comunicazione, sensibilizzando i mezzi di informazione a restituire un'immagine femminile corretta. Verranno inoltre contrastati gli spot commerciali che parlano di donne in maniera sessista. Ampio spazio sarà poi dedicato alla formazione di tutte le figure che intervengono nei casi di violenza e abusi: dagli infermieri agli agenti di polizia, fino ai magistrati. Sono poi previsti anche dei corsi per gli insegnanti perché l'educazione a scuola è uno dei punti del Piano, che si concentrerà anche sul reinserimento lavorativo e abitativo delle vittime e sul recupero degli uomini abusanti.

Redazione (Fonte: Redattore Sociale)

@nelpaeseit

Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Giornalista, Direttore nelpaese.it

Sito web nelpaese.it

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30