Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 18 Ottobre 2017

"ARRIGO SACCHI INDIETRO DI 50 ANNI": LA RISPOSTA DI GARGIULO DI AFRO NAPOLI UNITED

Scritto da  Giuseppe Manzo Feb 18, 2015

"Le parole di Arrigo Sacchi sono da condannare. Chi se lo aspettava da un personaggio di tale spessore?". Queste le parole di Antonio Gargiulo, fondatore della squadra multietnica Afro Napoli United a Diregiovani.it, ha commentato così le parole dell'ex tecnico del Milan secondo cui in Italia ci sono troppi giocatori di colore nelle squadre Primavera. "Ma non sono razzista", ha poi precisato Sacchi ricordando in carriera di aver allenato giocatori come Gullit e Rijkaard.

Alla luce dell'esperienza sportiva e sociale di Afro Napoli United, spiega Gargiulo, "le parole di Sacchi sono da condannare. La sua e' stata una frase anacronistica. Sacchi è rimasto indietro di 50 anni, ormai le nostre città sono multietniche, multicolore. Ed e' un fenomeno che deve essere organizzato- spiega- Dall'immigrazione spesso si ottengono risorse. Noi abbiamo creato una squadra con tutti ragazzi migranti, rifugiati, con ragazzi napoletani. Questo per dimostrare che quando hanno una possibilita', possono essere delle risorse". Cita, poi, esempi illustri: "Vediamo quanto succede poi in Germania, in Francia: hanno vinto praticamente quando hanno aperto le frontiere sportive a ragazzi di tutto il mondo".
Invece in Italia "è assurdo che ancora oggi si parli di queste cose, succede solo da noi che lo sport sia considerato di nostra proprietà. Guardiamo anche l'Olanda o l'Inghilterra". Gargiulo trova triste che sia "Arrigo Sacchi, una persona che nel calcio ha fatto la storia, a dire queste cose. E non è uno qualunque. Peccato che sia lui a dire queste assurdità. Che poi possono fomentare fenomeni di razzismo che in questo momento sarebbe opportuno combattere".

Quella di Afro Napoli United è una realtà nata nel 2009, "con dei ragazzi senegalesi decidemmo di creare una squadra che abbattesse ogni barriera razziale. Si chiama così perché si voleva dare l'opportunità ai migranti dal mondo di condividere la passione per il calcio. Ed è stato abbastanza facile farlo, il calcio e' uno sport popolarissimo. E abbiamo avuto grandi successi sociali e sportivi". L'anno scorso la squadra campana ha vinto la terza categoria, quest'annoè' prima in seconda categoria: "Questa modalità di integrarsi è uno strumento di successo- sottolinea Gargiulo- Dovrebbe essere preso ad esempio dalla nostra federazione".

Redazione

@nelpaeseit

Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Giornalista, Direttore nelpaese.it

Sito web nelpaese.it

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Ottobre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31