Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 15 Dicembre 2017

CHERNOBYL, 30 ANNI DOPO : "10 VOLTE PEGGIO DI FUKUSHIMA"

Scritto da  Redazione Apr 26, 2016

A trent'anni dal disastro di Chernobyl si fatica ancora a fare la stima delle vittime del più grande incidente nucleare della storia, dieci volte più grave di quello che colpì Fukushima nel 2011. Gli studi in merito sono tanti, ognuno con i propri numeri, ma secondo Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia, "di sicuro parliamo di decine di migliaia".

"Quelli che venivano definiti i sopravvissuti di Chernobyl ", ha spiegato Onufrio, "erano circa un milione e 800mila. Il follow-up sanitario coinvolse circa il 10% di questa fetta di popolazione, ma la conta effettiva dei danni non si saprà mai perché i controlli sono terminati nel 2005 per mancanza di fondi".

Dopo il 1991 vennero riconosciute vittime del disastro 3,4 milioni di persone. Tra di loro 380mila liquidatori (coloro che si occuparono di decontaminare la zona dopo il disastro) e 1,2 milioni di bambini. In base al report "Salute in Ucraina dopo Chernobyl", realizzato dall'organizzazione Sole Terre, la popolazione ucraina è diminuita di 6,5 milioni di unità: la principale causa è stato l'incremento delle morti infantili.

La percentuale delle persone completamente sane, inoltre, è diminuita in modo impressionante: dal 27,5% nel 1986 si è passati al 7,2% nel 2005.

Ciò che avvenne il 26 aprile 1986 continua a produrre danni. Il disastro della centrale ucraina durò nove giorni nei quali prese fuoco anche la grafite delle barre di contenimento, liberando in aria scorie radioattive che si poggiarono ovunque nel resto d'Europa. L'area contaminata oggi è grande 150mila chilometri quadrati, "circa metà del territorio italiano", ha precisato Onufrio. "In pratica è come se fossero scoppiate contemporaneamente duecento bombe atomiche della portata di quelle di Hiroshima e Nagasaki".

Un disastro dalla magnitudo incalcolabile, tanto che pure le scale internazionali Ines sugli eventi nucleari e radiologici si sono trovate in difficoltà quando hanno dovuto assegnare sia a Chernobyl che a Fukushima il livello massimo, cioè il sette. "Ma Chernobyl è stata dieci volte peggio di Fukushima", ha continuato il direttore esecutivo di Greenpeace Italia; "questo fa capire che si è andati anche oltre le possibili immaginazioni".

Oggi nell'area vivono ancora cinque milioni di persone tra Ucraina, Russia e Bielorussia, popolazioni alle prese con cibo contaminato, specialmente latte, funghi, mirtilli e grano. Oltre diecimila, invece, sono i chilometri quadrati inutilizzabili per l'attività economica. Secondo Greenpeace, l'area che rientra nei dieci chilometri dalla centrale non potrà essere ripopolata per i prossimi diecimila anni.

Lo spazio fino a trenta chilometri attorno al reattore, attraverso il confine tra Ucraina e Bielorussia, è stato completamente evacuato dopo il disastro a causa degli alti livelli di contaminazione e definito ''zona di esclusione''. In teoria sarebbe vietato dalla legge, ma migliaia di persone vi lavorano e oltre un centinaio, soprattutto anziani, vi vivono. Nel 2012 è stato consentito l'accesso anche ai turisti. Disseminati nella zona ci sono, secondo stime, circa ottocento depositi di materiale a bassa radioattività prodotto dalle bonifiche.

Attualmente non esistono piani per il reinsediamento della popolazione o la ripresa dell'attività agricola, ma sono previsti dei progetti di ricerca internazionale. Intanto, benchè si stia ripopolando di animali selvatici, la foresta contaminata è a rischio di incendi che potrebbero riportare nell'aria i radionuclidi intrappolati nel legno. Nel caso peggiore, indicano alcune stime, il fumo potrebbe creare un rilascio di radioattività equivalente a un incidente di livello 6 sulla scala Ines.

 

Redazione

(Fonte: Redattore Sociale)

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31