Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 25 Settembre 2018

"ABBIAMO UN PIANO": IL 25 NOVEMBRE TORNA LA PIAZZA E LA PROPOSTA DI "NON UNA DI MENO" In primo piano

Scritto da  Redazione Nov 22, 2017

“Il prossimo 25 novembre inonderemo di nuovo le strade di Roma, per lanciare il nostro Piano femminista insieme ad un messaggio chiaro: non ci fermeremo finché non saremo libere dalla violenza maschile e di genere in tutte le sue forme". Le donne tornano in piazza il 25 novembre prossimo con una grande manifestazione nazionale contro la violenza maschile e di genere. Non Una di Meno è un movimento presente in tutta Italia, che dopo un anno di mobilitazioni, campagne, assemblee e azioni, torna a Roma con il Piano femminista contro la violenza, uno strumento di lotta e di rivendicazione, un documento di proposta e di azione.

"Un documento politico femminista che considera la violenza maschile e di genere come fenomeno strutturale e sistemico, che non può essere affrontato aumentando le pene dei reati o con approcci emergenziali ma a partire dall'esperienza dei centri antiviolenza e del movimento femminista". Questo si legge nell'appello lanciato per la manifestazione del 25 novembre prossimo, che partirà da piazza della Repubblica alle ore 14.00.

La manifestazione di quest'anno mette al centro la risposta delle donne agli stupri e ai femminicidi quotidiani, alla violenza sessista nei posti di lavoro, alle molestie, alle discriminazioni e agli abusi di potere, allo sfruttamento e alla precarietà delle vite, ai ruoli di vittime o colpevoli che i giornali cuciono sui corpi delle donne e che i social media amplificano, al razzismo istituzionale giocato sul corpo delle donne.

Una manifestazione vedrà le donne che si sono riconosciute nel #MeToo – Anche Io ho subito violenza trasformarlo nel #WeToogether – Noi Insieme e Unite possiamo vincerla.

Il Piano 

Non ci sarà solo la piazza. Dopo la manifestazione del 2016 la rete Non una di meno ha lavorato un Piano complessivo che con un documento molto ampio e approfondito: “Sia a livello nazionale che locale abbiamo dato vita a 9 tavoli di lavoro – è scritto nella premessa - che hanno approfondito altrettanti contesti di intervento fortemente intrecciati tra loro: i percorsi di fuoriuscita dalla violenza; l’ambito legislativo e giuridico; quello del lavoro e del welfare; il diritto alla salute sessuale e riproduttiva; l’educazione e la formazione; i femminismi e le migrazioni; la narrazione della violenza che viene svolta attraverso i media; il sessismo nei movimenti; le questioni inerenti alla terra, i corpi, i territori e gli spazi urbani”.

“Questo Piano non chiede aiuto - continua è uno strumento di lotta e di rivendicazione, un documento di proposta e di azione. Questo Piano domanda piuttosto a ciascun@ di posizionarsi, ognun@ a partire da sé, di prendere parte a un processo di trasformazione radicale della società, della cultura, dell’economia, delle relazioni, dell’educazione, per costruire una società libera dalla violenza maschile e di genere”.

 

 

 

 

 

L'ultima modifica Mercoledì, 22 Novembre 2017 12:02
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30