Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 15 Agosto 2018

"CAMBIARE L'ITALIA COOPERANDO": 5 PROPOSTE DELL'ALLEANZA COOPERATIVE AL PAESE In primo piano

Scritto da  Redazione Gen 25, 2018

“Cambiare l’Italia Cooperando”. Ecco il manifesto che l’Alleanza delle cooperative italiane presenta alla politica: una via cooperativa allo sviluppo del paese. “Per mettere le persone al centro. Per dare risposte a bisogni. Per dare una visione di futuro, di società che si fa impresa e impresa che si fa società”. È stato presentato stamattina durante l’assemblea che si è svolta nel Palazzo della cooperazione di via Torino a Roma.

La cooperazione è nata “per garantire a tutte le persone opportunità di inclusione nei mercati, contro il rischio di una ricchezza concentrata nelle mani di pochi, lo sfruttamento dei singoli, l’impoverimento delle comunità”. La cooperazione è un modello d’impresa “capace di rispondere in modo efficace anche alle sfide che lo scenario attuale pone al nostro Paese, mettendosi in gioco con i propri valori, su cinque sfide”: lavoro, innovazione, legalità, welfare, sostenibilità.

“Queste sono le cinque direttrici lungo cui abbiamo scelto di impegnarci, per contribuire a costruire – attraverso i progetti che ci impegniamo a realizzare e le richieste alle Istituzioni – un Paese innovativo ed inclusivo, capace di affrontare con successo la competizione globale senza lasciare indietro nessuno ed offrendo, anzi, a tutti nuove opportunità”. È nato così questo pacchetto di schede progettuali e di conseguenti richieste che sono consegnate al Paese: a tutti i soggetti che con la cooperazione potranno impegnarsi per realizzarli e alla politica a cui viene chiesto di individuare le strade per sostenere questo percorso. 

Il presidente di Legacoop Mauro Lusetti specifica nel suo intervento di apertura: “Lavoro, Innovazione, Legalità, Welfare e Sostenibilità sono le aree in cui ci proponiamo come interlocutori per il mondo istituzionale” Mentre il presidente di Confocooperative Maurizio Gardini rilancia: “l’Alleanza delle Cooperative dà fastidio a qualcuno, perché include e non divide. Perché rappresenta la cooperazione vera. Perché è un progetto innovativo nella rappresentanza del Paese. Perché esalta territori, soci e democrazia”.

In merito al welfare il portavoce di Alleanza cooperative sociali Giuseppe Guerini sottolinea come le cooperative debbano essere “protagoniste delle innovazioni del welfare, dei nuovi modelli di economia digitale e di sostenibilità”

L'ultima modifica Giovedì, 25 Gennaio 2018 13:22
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31