Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 19 Ottobre 2017

TRENOFF: ECCO I VINCITORI DI "METTI IN MOTO LA CULTURA"

Scritto da  Redazione Set 12, 2017

I vincitori della prima edizione delPremio “Metti in moto la cultura” le motivazioni della Giuria: strumento di sostegno alla produzione di progetti performativi rivolto ad artisti che operino nell’ambito dei linguaggi del contemporaneo.

Sabato 9 settembre all’ Edificio Treno della Barca di Bologna nell’ambito di TRENOff,Treno Fringe Festival, diretto da Instabili Vaganti, la Giuria composta da Gian Luca Beccari, artista visivo multidisciplinare, Tommaso Chimenti, critico teatrale Il Fatto Quotidiano, Recensito.net, Anna Dora Dorno, Instabili Vaganti, Luana Filippi, artista visiva-Instabili Vaganti,Simona Frigerio, critica teatrale Persinsala,Silvia Mei, studiosa di perfoming arts e producer,Salvatore Sofia,Teatro dei Venticon la Konsulta di Trasparenze Festival,Luciano Uggé, Artalks,si è riunita per indicare i vincitori della prima edizione del Premio “Metti in moto la cultura” - strumento di sostegno alla produzione di progetti performativi rivolto ad artisti che operino nell’ambito dei linguaggi del contemporaneo - con le seguenti motivazioni.

Premio di produzione (1.000,00 Euro offerti da Reno Motor Company) a TURCONI/DEBLASIO (Milano) con Mondo Cane:
Turconi/Deblasio hanno espresso, con un linguaggio coraggioso e un’estetica urban rock, temi di stringente attualità (neofascismo, disagio generazionale, violenza sociale), interagendo sia nei contenuti che nell’installazione scenica col contesto sociale del quartiere. La loro cifra linguistica ha saputo conciliare ricerca e popolare senza cedere alla banalità del linguaggio televisivo e confrontandosi con intelligenza col movimento della strada.

Premio residenza (dieci giorni presso il centro LIV e il quartiere Barca) a C&C Company (Bologna) con A peso morto:
Questo primo studio su figure della periferia umana e urbana presenta un’originale interrogazione sul tempo nell’ossimoro di un corpo giovane e vecchio insieme, calato nella narrazione e antropologia della strada. Con padronanza tecnica e qualità di movimento, il performer conduce una danza impastata di mazurka romagnola che invita a ripensare la trasmissione generazionale e la relazione tra tradizione, popolare e pop.

Menzione speciale a ReSpirale Teatro (Bologna) conAgainbynow:

Per aver accolto la sfida di adattare uno spettacolo da sala nello spazio di un furgone.L’apertura-chiusura del portellone, come un sipario, genera un meccanismo fortemente teatraleche esalta la circolarità drammaturgica e innesca interazioni spontanee con il pubblico, ora comiche ora stranianti.La qualità del lavoro attorale e della scrittura drammatica hanno inoltre contribuito ad una ricezione diversificata e partecipata.

Sono 13 gli artisti selezionati provenienti da tutta Italia che tra danza, teatro, installazioni visive e sonore, hanno invaso gli spazi urbani con spettacoli, performance, interventi site-specific e installazioni in una stretta relazione con il pubblico presente.

Il fine è quello di generare, in un contesto architettonico e sociale come quello del TRENO, un’agorà di linguaggi, visioni e incontri per riportare la periferia, di cui tanto oggi si parla, al centro del discorso socioculturale e invitare gli artisti a raccogliere questa sfida di inclusione e dialogo, fuori dai contesti e le comodità delle sale teatrali.

Redazione (Foto Melissa Ianniello)

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Ottobre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31