Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 18 Luglio 2018

IL PARCO SOCIALE A MARTINSICURO

Scritto da  Giuseppe Manzo Ott 06, 2014

Sulla Collina di Martinsicuro (Teramo) è immerso in un bosco a pochi chilometri dal mare. Un luogo terapeutico, di apprendimento e crescita interiore per gli abitanti del territorio, grazie alle attività della cooperativa Clematis: "Vogliamo avviare un centro psico-pedagogico per il supporto alle famiglie e per persone con difficoltà e disagi emotivi o relazionali. Offrirà attività per il doposcuola e laboratori di scienze ed educazione ambientale per essere di supporto ai servizi sociali della zona"

Il parco sociale La Pineta sulla Collina di Martinsicuro (Te) è immerso in un bosco a pochi chilometri dal mare. Un luogo terapeutico, di apprendimento e crescita interiore per gli abitanti del territorio, grazie alle attività della cooperativa Clematis e all'intuizione dei tre soci fondatori professionisti nel campo della psicoterapia e dell'agronomia.

Come è nata l'idea di mettere insieme l'ambiente e il sociale a servizio della comunità del territorio?

"L'uomo in relazione con la natura vive meglio. L'ambiente naturale aiuta l'equilibrio psico-fisico -spiega la presidente Morena Ciapanna-. Fermamente convinti di ciò, abbiamo pensato di mettere in campo le nostre competenze per coniugare l'educazione ambientale con il sociale. Abbiamo quindi presentato il nostro progetto ad un bando regionale per l'imprenditoria femminile e siamo risultati vincitori tra 300 partecipanti. Il finanziamento a fondo perduto ricevuto, ha agevolato la messa in opera delle strutture necessarie a realizzare quello che oggi è il primo parco sociale dell'Abruzzo. Qui svolgiamo attività educative e terapeutiche per la comunità, -sottolinea- in particolare per l'infanzia e studiamo i benefici della natura sui disagi giovanili, offrendo formazione per l'inserimento lavorativo nell'ambito agricolo".

Quali esperienze offre il parco sociale La Pineta?

"Il parco sociale è composto da una parte naturalistica con un bosco di 2 ettari -racconta-. Lungo il percorso c'è un torrente sulle cui sponde dimorano pini, salici, pioppi, lauri e piante tipiche della macchia mediterranea. In questi splendidi luoghi, a contatto con la natura, svolgiamo educazione ambientale e sensoriale con sentieri dove poter camminare scalzi, un giardino con le piante officinali e un percorso dedicato allo sport. Per i più piccoli è stato creato un parco giochi con una teleferica e con attrezzature specifiche per sviluppare l'equilibrio. Proseguendo c'è una zona dedicata ad orti e frutteti, dove svolgiamo corsi per l'alimentazione consapevole ed una fattoria degli animali. Ed infine è presente una struttura in legno, l'Aula verde, -spiega- dove svolgiamo le attività di formazione e dove organizziamo da due anni un centro estivo per i bambini".

Progetti per il futuro?

"È terminato da poco un corso di formazione teorico pratico in agricoltura in collaborazione con il SERTdi Giulianova -spiega- per dare una opportunità di lavoro e reintegro a 10 persone ex-tossicodipendenti. I partecipanti hanno appreso le tecniche di potatura e tutte le competenze e stanno svolgendo i tirocini nel settore agricolo. L'obiettivo è quello di coinvolgere le persone in cooperative di tipo B ed allargare così per loro le possibilità di trovare un impiego. Vogliamo avviare un centro psico-pedagogico per il supporto alle famiglie e per persone con difficoltà e disagi emotivi o relazionali. Offrirà attività per il doposcuola e laboratori di scienze ed educazione ambientale per essere di supporto ai servizi sociali della zona. Stiamo lavorando al progetto sperimentale -sottolinea- e tentando di superare gli impedimenti burocratici per poter provare a finanziare l'attività con fondi europei. Purtroppo le leggi hanno vincoli restrittivi che ostacolano le iniziative per l'agricoltura sociale. Insieme a Legacoop -dice infine- stiamo elaborando suggerimenti da proporre alle istituzioni per modificare gli aspetti non funzionali. Speriamo in tempi brevi di poter realizzare il nostro progetto".

Redazione (da www.legacoop.it)

@nelpaeseit

 
 
 
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31