Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 22 Febbraio 2018

CALABRIA E TERZO SETTORE: "BASTA FARE CONFUSIONE" In primo piano

Scritto da  Redazione Feb 13, 2018

Venticinque anni ci sono voluti alla Regione Calabria per dare corso al recepimento della Legge 381 del 1991 che all’art. 9 prevedeva (entro un anno!), l’istituzione dell’Albo regionale delle cooperative sociali. Soltanto lo scorso anno, invece, la nostra Regione si è finalmente dotata di uno strumento indispensabile per le cooperative sociali che talvolta sono rimaste escluse da bandi di gara nazionali ed europei che prevedevano l’iscrizione all’apposito Albo pena la mancata ammissione alla procedura selettiva.

Certo, è una normativa che nasce vecchia, in ritardo rispetto ai tempi e ai cambiamenti che stiamo vivendo, che rischia di morire in culla, ma che era necessaria per fare ordine, per dettare dei criteri, specie rispetto all’allocazione delle risorse e alla contrattazione pubblica. Poi ci sarà tempo per emendarla. Speriamo in meno di mezzo secolo. Questo atto dà dignità ad un settore che in questi venticinque anni ha lavorato, svolgendo un ruolo fondamentale sui territori, con servizi di prossimità, spesso in supplenza alla pubblica amministrazione. Un settore che ha saputo costruire benessere e generare buona economie.

Buone economie, ma anche qualche area grigia come dimostra lo scandalo “mafia capitale” che ha rischiato di coinvolgere tutto il non profit italiano. Uso il termine “non profit” anche se è una locuzione che non prediligo. È un “non qualcosa” quando, invece, le migliaia di organizzazioni che ricadono in questa definizione sono qualcosa di ben definito e concreto. Sarebbe più opportuno parlare di “terzo settore”. Il problema del terzo settore, purtroppo, è che in esso vengono accorpate una miriade di organizzazioni che con l’interesse generale della comunità c’entrano poco o forse nulla e che sono tenute insieme soltanto da una serie di normative che andrebbe certamente riviste.

La confusione che regna è un buon affare per molti: consente a organizzazioni di varia natura di erigersi a rappresentati del benessere comune ed a qualche Pubblica Amministrazione di liberarsi della gestione dei servizi abbandonandoli a sé stessi o sottopagandoli. Le imprese sociali che meriterebbero di stare in questo sistema, invece, sono quelle che si sostituiscono allo Stato per quegli interventi che servono, come stabilito dalla nostra Costituzione, a “rimuovere gli ostacoli che si frappongono al pieno sviluppo della persona umana”. C’è un senso comune che attribuisce al terzo settore virtù intrinseche e che invece così intrinseche non sono, purtroppo.

Lo studioso Gian Paolo Barbetta, nel “Libro bianco sul terzo settore”, edito da Il Mulino, spiega bene il cosiddetto effetto “alone”, ossia che una parte indiscutibilmente meritoria del terzo settore diventa l’elemento distintivo e qualificante del tutto. Conseguenza dell’effetto alone è, però, l’effetto “boomerang”, ossia il rovescio della sua stessa medaglia. Quando imprenditori o imprese tradizionali sono protagoniste di un malaffare, il senso dello scandalo riguarda la singola impresa che ne è protagonista e non porta con sé un giudizio negativo sulle altre imprese. Il fatto è circoscritto.

Nel caso di organizzazioni del terzo settore, invece, un comportamento scorretto di una singola organizzazione diventa un marchio di infamia per tutto il settore, com’è accaduto per lo scandalo Mafia capitale. Difficile da capire perché quelli che ci rimettono non alzino la voce per prendere le distanze dal calderone in cui rischiano di finire [...]

Leggi tutto l’articolo su questo link

Dal blog di Giancarlo Rafele (cooperatore sociale - responsabile beni confiscati Legacoop Calabria)

L'ultima modifica Martedì, 13 Febbraio 2018 12:15
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Febbraio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28