Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 17 Gennaio 2018

DEVASTATO E VANDALIZZATO IL NIDO "CARDUCCI"

Scritto da  Redazione Nov 05, 2014

Vandalizzato a Castellammare di Stabia (Napoli) l'asilo nido comunale Giosuè Carducci. Rinnovato grazie a una collaborazione tra il Comune e il gruppo Gesco e gestito dalla cooperativa Prisma, è stato distrutto da ignoti. De Angelis (Prisma): "Si colpisce la parte migliore della città, i bambini. Ma non abbassiamo la testa". La condanna di Legacoopsociali

È un asilo nido modello, con spazi studiati apposta per le esigenze di svago e di socializzazione dei più piccoli, e un programma alimentare che corrisponde alle loro necessità di una crescita sana. Inaugurato il 17 ottobre dell'anno scorso dopo un lavoro di restyling durato circa 2 anni e mezzo, l'asilo nido Giosuè Carducci di Castellammare di Stabia, al civico 2 della strada omonima, è stato aperto grazie a una collaborazione tra il Comune di Castellammare di Stabia e il gruppo di imprese sociali Gesco che l'ha affidato in gestione alla cooperativa sociale Prisma.

Ora è completamente devastato: alla coordinatrice Valeria Nassisi che alle 7 di lunedì scorso ha aperto la struttura, si è presentata davanti agli occhi una scena a dir poco raccapricciante: tutte le stanze sottosopra, escrementi e urine ovunque, i giochi dei bambini distrutti, come pure le lampade per l'illuminazione dei locali. Con molta probabilità, l'azione vandalica è avvenuta nella notte tra sabato e domenica scorsi: gli autori dello scempio sono entrati aprendosi un varco nei locali al piano terra della struttura. Stamattina sul posto si è recata la polizia scientifica che ha sequestrato materiali e fatto i rilievi delle impronte.

«È una brutta giornata per tutta la città - dice il presidente di Prisma, Michele de Angelis - di cui si ferisce la parte migliore, i bambini, che si offendono nei loro spazi e nei loro ambienti. Noi però non abbassiamo la testa e in un paio di giorni saremo di nuovo aperti».

«Le ragioni di questo atto così terribile sono inspiegabili - commenta il direttore di Gesco, Sergio D'Angelo. Per la modalità, è evidente che non si tratta di una ragazzata ma di un chiaro segnale di intimidazione che ci viene da parte di ignoti. Speriamo che le indagini possano fare al più presto chiarezza, noi non arretreremo di un passo».

La condanna di Legacoopsociali

Legacoopsociali nazionale e Legacoopsociali Campania esprimono solidarietà alla cooperativa sociale Prisma e al Gruppo di imprese Sociali Gesco per il grave atto vandalico subito presso l'asilo nido di Castellammare di Stabia: "L'azione oltre che inqualificabile sul piano sociale ed umano, rappresenta a nostro avviso un pericoloso segnale di una deriva violenta nei confronti di coloro che, con l'attivazione di servizi qualificati e professionali, provano a mantenere attivo un presidio su un welfare a misura di tutti, non residuale, a garanzia dei diritti di cittadinanza".

Redazione Campania

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Gennaio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31