Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 25 Novembre 2017

NAPOLI CHE NON SPARA: UNPOPOLOINCAMMINO CONTRO LA FAIDA

Scritto da  Redazione Mar 11, 2016

Ultimo morto ammazzato lo scorso martedì: ennesimo di una scia di violenza e crimine organizzato composto da giovanissimi. E il movimento UnPopoloInCammino non ci sta, lanciando un'assemblea pubblica proprio nel quartiere della mattanza criminale.

Non solo "SparaNapoli" come titola L'Espresso oggi. Nel capoluogo campano c'è chi si mobilita contro la faida, soprattutto quella della periferia est a Ponticelli. Ultimo morto ammazzato lo scorso martedì: ennesimo di una scia di violenza e crimine organizzato composto di giovanissimi. E il movimento UnPopoloInCammino non ci sta, lanciando un'assemblea pubblica proprio nel quartiere della mattanza criminale.

"Queste morti fanno il paio con gli antidoti che lo Stato sta mettendo in campo in questi giorni – scrivono le associazioni e i comitati. Passando per i nostri quartieri vediamo l'esercito spiegato per le strade della nostra città. Chiediamo a Renzi e Alfano se se la sentono, dopo questi ennesimi omicidi, di sostenere ancora che la militarizzazione del territorio serva a qualcosa. Non una parola sulla questione la sentiamo dire dai Parlamentari campani o dal Governatore De Luca. Ci chiediamo come sia possibile che le Istituzioni tacciano di fronte a questa ondata di violenza che aggredisce quasi trasversalmente tutta Napoli".

Le richieste: "Come ‪#‎UnPopoloInCammino‬ siamo stanchi ormai di ripetere le stesse cose da mesi. Qui si muore, quasi tutti giorni. Luigi, Genny, Maikol – solo per nominare gli ultimi in ordine cronologico – aspettano ancora giustizia e verità. Le piazze di queste città, quelle che non si trovano al Vomero o al Posillipo, aspettano ancora che le videocamere di sorveglianza vengano accese; i tanti ragazzi che non vanno a scuola aspettano ancora la "Buona Scuola", ma quella vera, non quella di Renzi; i tanti giovani che subiscono il ricatto economico della camorra aspettano ancora un lavoro dignitoso. Per questo ci rivolgiamo a tutti quelli che hanno paura per sé stessi e per i propri figli, dopo 3 omicidi in pochi giorni, a scendere per le strade di Barra, San Giovanni, Ponticelli, a tutti coloro che hanno ancora la capacità di indignarsi dopo che un 18enne viene seppellito a pochi passi da casa, a tutti quelli che sono stufi dei soprusi quotidiani esercitati dalla criminalità organizzata"

È convocato un'assemblea pubblica per lunedì 14 alle ore 17 al Centro Catrin in via Purgatorio a Ponticelli "per lanciare insieme una mobilitazione contro le camorre e per un territorio vivibile. Rilanciamo anche la mobilitazione verso il 21 marzo, giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie".

Giuseppe Manzo

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30