Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 18 Ottobre 2017

NAPOLI RINASCE "ADEST": L'ASSOCIAZIONE PER I TALENTI DI PERIFERIA

Scritto da  Redazione Nov 16, 2016

Dal successo del progetto territoriale adEST Emersione Sociale Talenti nasce l'associazione dei giovani mentori, per accompagnare la crescita dei giovanissimi di periferia: “riusciremo a far capire loro che anche nascere e vivere in periferia può significare tanto, se alle attitudini e alla capacità innate si accostano un lavoro ed un impegno”.

A Ponticelli è nata una nuova associazione, “àdEST Giovani Mentori per il Sociale”. Conclusasi la prima fase del progetto realizzato in tre scuole della periferia orientale di Napoli, i giovani mentori volontari si sono organizzati per operare nel sociale e per rispondere alle esigenze socio-educative e formative dei suoi abitanti, anzitutto i minori.

Il progetto “àdEST Emersione Sociale Talenti” – vincitore del bando nazionale “Giovani per il Sociale” e cofinanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri – è stato portato avanti da ben 108 mentori negli istituti “Marie Curie”, “Sannino-Petriccione” e “Archimede” di Ponticelli, avendo come fine lo stimolo e la coltivazione di vocazioni e talenti inespressi dei giovanissimi locali, ma anche quello di trasferire conoscenze generali e competenze tecniche a ragazzi che di frequente vedono purtroppo ancora sfumare le proprie ambizioni, giovanissimi che in talune circostanze sono esposti al rischio di esclusione sociale.

L'obiettivo della neonata associazione, brillante spin-off di un progetto particolarmente ricco, non è soltanto rinnovare l'esperienza all'interno delle scuole di Napoli Est ma anche impegnarsi in altre attività, quali progetti a favore di minori o di persone appartenenti a fasce deboli (migranti, anziani, disabili, ecc.), soprattutto in quei particolari contesti sociali nei quali frequentemente vengono a mancare le condizioni essenziali per la crescita educativo-culturale. Il forte disagio socio-economico di Napoli Est si riversa anzitutto sui più giovani, le cui attitudini e vocazioni infatti spesso faticano a emergere. L'associazione “AdEst” – che è Organizzazione di Volontariato – cercherà di operare su questo fronte per favorire e la crescita personale dei giovanissimi, attraverso vari processi di emersione e valorizzazione delle attitudini tecniche, creative e scientifiche.

«Solo lavorando su questo territorio e rendendo i più giovani consapevoli delle proprie capacità – afferma Alessandro Bottone, primo presidente dell'associazione “AdEst” - riusciremo a far capire loro che anche nascere e vivere in periferia può significare tanto, se alle attitudini e alla capacità innate si accostano un lavoro ed un impegno costante su se stessi. Dobbiamo far sì che gli studenti delle scuole di Ponticelli siano coscienti di questo: poi tocca loro decidere se costruire il futuro qui oppure altrove; nel frattempo si deve evitare che vengano lasciati soli in uno scenario educativo-formativo a volte preoccupante. Inoltre – aggiunge Bottone – il progetto ha permesso di sperimentare, in questi mesi, nuove modalità di aggregazione costruendo un modello vincente, che ha visto insieme il mondo della scuola e quello del privato sociale con significativi risultati».

Sempre nell'ambito dello stesso progetto, oramai alla sua seconda fase, a breve inizieranno i laboratori pomeridiani per la produzione di prototipi negli ambiti dell'artigianato, dei beni culturali e del design per la moda, che affineranno lo spirito dei migliori giovani talenti.

Il Progetto

AdEST Emersione Sociale Talenti è un progetto dell’Associazione Culturale Arteteca, insieme a Mentoring USA/Italia Onlus, Psicologi in Contatto Onlus, Associazione Culturale Quantum, gli istituti scolastici ITT Marie Curie, ISIS Archimede, IIS Sannino Petriccione e altri partner tecnici.

Il progetto è vincitore del bando “Giovani per il Sociale” ed è cofinanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
àdEST Emersione Sociale Talenti, da titolo, ha agito nella periferia orientale di Napoli, guardando ad Oriente, come al sole nascente che dà nuova vita e rigenera: il territorio interessato è stato infatti quello della periferia Est di Napoli, nei suoi quartieri Ponticelli, Barra, San Giovanni a Teduccio che, in seguito a una serie di avvicendamenti, hanno vissuto un aumento di disoccupazione tra i più gravi in Italia.

Tra gli altri effetti, ciò ha determinato anche l’attuale contesto di forte disagio, riversatosi soprattutto sui più giovani, le cui attitudini e vocazioni faticano ad emergere.
àdEST Emersione Sociale Talenti ha lavorato su questi forti scompensi. Infatti, in latino “àdest” si riferisce a chi o cosa sia “presente, vicino, consapevole”, nel senso di “aiutare”, “assistere”, “favorire”.

Obiettivo generale del progetto è quindi la crescita personale dei giovanissimi di Napoli Est attraverso processi di emersione, trasmissione e valorizzazione delle attitudini tecniche, creative e scientifiche, secondo percorsi di partecipazione condotti proprio da giovani.
àdEST Emersione Sociale Talenti ha agito anche per rilasciare sul territorio alcune inedite modalità di aggregazione che sanciscano anzitutto la complementarietà tra scuola e privato sociale: la Rete delle Scuole per l’emersione e per la valorizzazione delle attitudini; l’Associazione dei Giovani Mentori per il Sociale, da accreditare ai registri del terzo settore.

Redazione

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Ottobre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31