Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 11 Dicembre 2017

DISABILITÀ, ALLA SCOPERTA DEI TESORI DI NAPOLI

Scritto da  Redazione Dic 01, 2016

Una passeggiata tra i tesori di Napoli per l’inclusione sociale e culturale dei giovani disabili: il 3dicembre Giornata internazionale delle persone con disabilità con la rete territoriale MediNet – il cui capofila è il gruppo di imprese sociali Gesco.

La fruizione culturale e sociale dei beni culturali di Napoli è un diritto di tutti, compresi i cittadini con disabilità. Alla piena realizzazione di questo principio intende contribuire la rete territoriale MediNet – il cui capofila è il gruppo di imprese sociali Gesco, che la promuove con Coordinamento Internazionale Enti Locali Mediterranei Cielm, l’associazione culturale Flora, la casa di produzione Figli del Bronx e l’associazione Vesuvio – attraverso l’iniziativa “Fruire cultura per costruire insieme un comune spazio sociale”, che vede la collaborazione di alcuni dei maggiori istituti scolastici napoletani (Galiani, Cuoco Campanella, Garibaldi, Villari, Caselli, Genovesi, Russo Montale).

L’evento, in programma sabato 3 dicembre, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, si svolgerà insieme all’associazione Tutti a Scuola e la cooperativa sociale Aleph Service, con il contributo del Polo Museale di Capodimonte e il patrocinio del Consiglio regionale della Campania.

Un’occasione per promuovere quanto di positivo è stato realizzato per garantire il diritto dei cittadini con disabilità ad usufruire dei servizi pubblici per la mobilità e la fruizione dei beni culturali. Ma, al contempo, sensibilizzare le istituzioni su quanto ancora deve essere fatto per una reale inclusione sociale e culturale delle persone con disabilità, così come sancito dalla “Convenzione per i Diritti delle Persone con Disabilità” delle Nazioni Unite.

L’evento di sabato prevede un itinerario turistico dedicato ai giovani con disabilità, pensato per le loro esigenze sia in termini di accessibilità del bene culturale che di mobilità pubblica per raggiungerlo. A questo scopo il percorso individuato è stato quello che dal centro monumentale di Napoli (Piazza Plebiscito, Galleria Umberto I, Teatro San Carlo) porta al Museo di Capodimonte, sito al quale si accede con ascensori che portano i visitatori ai piani.

Il Museo, del resto, oltre a non presentare barriere architettoniche, è anche un luogo di cultura normalmente raggiungibile sia con navette dedicate sia attraverso il servizio Amicar promosso da Gesco, che mette a disposizione auto a funzione sociale dedicate all’accompagnamento delle persone con disabilità.

La visita alla scoperta della “Napoli Capitale” - così si è voluto chiamare l’itinerario quale ideale collegamento tra i quartieri di Napoli ed uno dei suoi grandi Poli Museali – vedrà il coinvolgimento di circa 30 persone, che, accompagnate da familiari e operatori sociali, potranno godere per un giorno dei tesori di Napoli, esattamente come tutti gli altri (l’inizio è previsto alle 9.00 con raduno nel cortile del Maschio Angioino; la conclusione della giornata sarà intorno alle 13).

Redazione Campania

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31