Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 11 Dicembre 2017

CITTADINANZA DAY: A BOLOGNA ADERISCE ANCHE LEGACOOP In primo piano

Scritto da  Redazione Ott 12, 2017

La presidenza di Legacoop Bologna aderisce a Cittadinanza Day,  giornata di mobilitazione, promossa dal movimento #Italianisenzacittadinanza e da L’Italia sono anch’io, per per ribadire la necessità del voto immediato della riforma che introduce lo Ius soli temperato e lo Ius culturae.

Alla giornata di mobilitazione, in programma il 13 ottobre, hanno aderito associazioni e realtà del volontariato attive su tutto il territorio nazionale. L’evento principale sarà una manifestazione  a Roma, in piazza Montecitorio, per chiedere l’approvazione immediata della riforma.

“Aderiamo con convinzione a Cittadinanza Day, per la sua coerenza con i valori democratici e inclusivi, che stanno alla base dell’idea cooperativa. L’approvazione della riforma è un atto doveroso di civiltà, che non può sottostare a calcoli elettoralistici – dichiara Rita Ghedini, presidente di Legacoop Bologna – Un Paese che voglia dirsi civile e democratico, non può permettersi di lasciare in un limbo giuridico un milione di persone, di cui 815.000 sono studenti che frequentano le nostre scuole; sono quegli stessi ragazzi che condividono parte della loro giornata con i figli o i nipoti dei parlamentari. Invitiamo ad una approvazione rapida della riforma, anche sulla scorta di una riflessione del vissuto quotidiano nostro, dei deputati e dei senatori. Un vissuto che ci dice che l’Italia sono anche loro”. 

Anche la cooperativa sociale CADIAI aderisce. Una delegazione della Cooperativa si recherà in Piazza Nettuno alle 17 per chiedere, insieme ad associazioni e cittadini, l’approvazione della riformache introduce lo Ius soli temperato e lo Iusculturae. “Attraverso le nostre strutture – afferma Franca Guglielmetti, Presidente CADIAI – abbiamo il polso della situazione, ossia che tantissimi bambini e ragazzi sono italiani per tutti tranne che per la legge. Riconoscere la cittadinanza a queste persone è un atto di civiltà che non dovrebbe incontrare l’opposizione di nessuno, tanto meno della politica. Al contrario proprio la politica dovrebbe comprendere i cambiamenti sociali e agire di conseguenza per garantire i diritti e i doveri delle persone che sono poi la base su cui poggia l’integrazione”.

 

L'ultima modifica Giovedì, 12 Ottobre 2017 16:46
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31