Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 11 Dicembre 2017

VIVERE "PER ALTRI OCCHI"

Scritto da  Redazione Mag 14, 2014

Pordenone. Il 19 maggio alle 21 a Cinemazero arriva "Per altri occhi", il documentario di Silvio Soldini e Giorgio Garini sulle vite di un manipolo di ciechi. Alla serata – organizzata da Unione Ciechi e Ipovedenti onlus, in collaborazione con Cinemazero, Cooperativa sociale Itaca e associazione di volontariato San Pietro apostolo – saranno presenti entrambi i registi e Luca Casella, uno dei protagonisti.

Lunedì 19 maggio alle 21 a Cinemazero arrivano Silvio Soldini e il suo documentario "Per altri occhi. Avventure quotidiane di un manipolo di ciechi", Giorgio Garini (co-regista) e Luca Casella (uno dei protagonisti), per un evento speciale volto a sensibilizzare il pubblico sul tema affrontato da questo lavoro, organizzato dall'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Onlus di Pordenone, in collaborazione con Cinemazero, Cooperativa sociale Itaca e associazione di volontariato San Pietro apostolo con il patrocinio del Comune di Pordenone. Perché con questo film si entra nelle vite di dieci ciechi che hanno saputo reagire a questa disabilità facendo delle cose straordinariamente "normali", mostrandone esemplarmente la quotidianità e avvicinando in modo efficace e divertente gli spettatori alla realtà della disabilità visiva. La serata si concluderà con un dibattito mediato dal dott. Corrado Bortolin, presidente dell'associazione nazionale Orientamento, mobilità, autonomia personale per non vedenti e ipovedenti.


Vincitore del Nastro d'Argento 2014 come miglior documentario, "Per altri occhi" è il racconto vivace e sorprendente, di un gruppo di persone eccezionali che hanno in comune l'handicap della cecità ma, soprattutto, un approccio alla vita quotidiana fatto di caparbietà e determinazione, umorismo e autoironia. Dieci esistenze imprevedibili, lontane da cliché e pietismi, ritratte con allegria e leggerezza, che cambiano il nostro sguardo rovesciando la prospettiva e instillandoci un dubbio: qual è il significato vero della parola limite?

 

I protagonisti sono Enrico, fisioterapista che appena può scappa in barca a vela; Giovanni piccolo imprenditore con la passione per lo sci così come Gemma, che studia violoncello; Felice, scultore che gioca a baseball; Luca, musicista con l'hobby della fotografia; Loredana, centralinista con la passione del tiro con l'arco; Mario super-sportivo in pensione; Piero, consulente informatico e, infine, Claudio e Michela, l'unica coppia di non vedenti, solari e ironici, ci trascinano nella loro vita insieme. Una ricognizione sui tanti modi di imparare ad orientarsi in spazi sconosciuti, a rinegoziare equilibri e ad affrontare le difficoltà con ironia, in maniera non così diversa da come ogni abitante di questa contemporaneità frenetica e complessa è obbligato a fare. Un'occasione, dunque, per conoscere l'operato dell'UIC e il tema della disabilità visiva, sgomberando la strada dai pregiudizi in favore di una più consapevole vicinanza.

Redazione Friuli

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31