Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 25 Novembre 2017

"INVESTIRE NEI SERVIZI ALLA PERSONA"

Scritto da  Redazione Nov 08, 2013

Intervento di Ignazio Marino al III congresso nazionale di Legacoopsociali. Un ''volano per l'economia'' per il sindaco di Roma. Nel bilancio della capitale il settore dei servizi sociali, insieme ai servizi educativi e scolastici, ''non interessato dalla spending review''

"La cooperazione sociale, e in generale il settore dei servizi alla persona, rappresenta un volano di sviluppo occupazionale e imprenditoriale per Roma e per l'Italia. Quello dei servizi alla persona è infatti un settore su cui occorre investire in termini economici e di idee, a fronte anche del fatto che nella crisi la cooperazione sociale non solo ha tenuto, ma ha mantenuto una significativa capacità di crescere". Lo ha sottolineato il sindaco di Roma Ignazio Marino, aprendo i lavori oggi a Roma del terzo congresso nazionali di Legacoopsociali.

 
Secondo il sindaco "dobbiamo essere lungimiranti", "tra il 2008 e il 2012, nel pieno della crisi, a fronte di una perdita di occupazione nei comparti manifatturieri di 3 milioni e 123 mila unità, l'incremento nei servizi di welfare, cura e assistenza è stato pari a 1 milione e 623 mila unità (+7,8 per cento) -sottolinea Marino -Questo ci dice che sui temi sociali occorre quindi iniziare a ragionare in termini diversi. Bisogna rovesciare la prospettiva: una città a misura dei più fragili è a misura di tutti. Deve esserci un modo nuovo di vedere negli investimenti sociali una via d'uscita dalla crisi, una risorsa per lo sviluppo della nostra città".
 
La parola chiave è dunque "inclusione", perché "la creazione di una società che include tutti i cittadini apre anche sbocchi commerciali e stimola l'innovazione. La presenza dei poveri, di chi è anziano, delle donne in difficoltà, non è un attentato al decoro cittadino, ma può rappresentare il punto di partenza per riconnettere il tessuto urbano con quel welfare di comunità sul quale tante volte abbiamo insistito. - aggiunge il sindaco di Roma - un sistema di welfare moderno facilita e promuove i processi partecipativi dal basso. Dalla crisi o se ne esce insieme o non se ne esce". In questo senso bisogna rovesciare la prospettiva: "l'amministrazione deve erogare servizi di qualità ai cittadini, soprattutto a chi è più fragile. Perché ne trae vantaggio l'intera comunità, si risparmia e si avanza nella direzione dell'innovazione." IL sindaco ha poi ricordato  la Risoluzione del Parlamento europeo del 25 ottobre 2011 sulla mobilità e l'integrazione delle persone con disabilità. 
"In questa Risoluzione si sottolinea che l'obiettivo della strategia Europa 2020 di conseguire un tasso di occupazione pari al 75 per cento per la popolazione di età compresa tra i 20 e i 64 anni, non può essere in alcun modo raggiunto se non vi si include la popolazione con una qualche forma di disabilità -spiega - La stessa Risoluzione, inoltre, sottolinea che la spesa finanziaria e gli investimenti economici a favore delle persone con disabilità costituiscono un investimento a lungo termine per il benessere di tutti e per una società sostenibile in cui le persone possano vivere più a lungo e lavorare con maggiore efficienza in condizioni migliori."
 
Il sindaco ha inoltre ricordato che nel Lazio vive più di un milione di anziani oltre i 65 anni, quasi il 20 per cento della popolazione. Di questo milione di persone il 57 per cento vive a Roma, e cioè 592mila anziani. E secondo le stime dell'Istat, nel 2050 un romano su tre sarà anziano. 2Penso anche a quel 66 per cento di persone con disabilità fuori del mercato del lavoro: di questi solo il 3,5 per cento è occupato, mentre il 43,9 per cento è in pensione e il 21,8 per cento è inabile al lavoro -aggiunge Marino - In questo quadro le cooperative sociali con la loro esperienza e professionalità, svolgono un lavoro determinante nei servizi alla persona e nell'inserimento lavorativo delle categorie svantaggiate.Nell?attività dei servizi sociali, inoltre, le reti di prossimità rappresentano un grande valore aggiunto e sono in larga parte gestite proprio dalle cooperative sociali". 
Il sindaco di Roma ha poi riservato un plauso al "senso di responsabilità delle cooperative che in questi ultimi mesi si sono fatte carico di garantire e tenere attivi i servizi essenziali, anche in assenza di bilancio. Hanno lavorato sulla parola, sull'impegno che avremmo pagato non appena fosse stato possibile. E di questo ringrazio tutte le cooperative coinvolte. Il loro contributo responsabile è stato determinante per la città".
 
"Nella seduta di lunedì notte abbiamo messo in sicurezza il bilancio 2013 e avviato il confronto sul piano di investimenti per il prossimo triennio a partire dal previsionale del prossimo anno - aggiunge -. La legalità contabile e l'equilibrio dei conti sono obiettivi fondamentali per questa amministrazione. La manovra che abbiamo approvato copre il disavanzo ereditato di 816 milioni di euro, intervento possibile anche grazie al decreto "Salva Roma", varato dal governo il 28 ottobre scorso". "Il settore dei servizi sociali, in particolare, insieme ai servizi educativi e scolastici, ai vigili urbani, nonché alla manutenzione urbana, non è stato interessato dalla spending review -conlude -In un momento in cui si chiedono sacrifici per risanare le finanze di Roma, siamo riusciti, da una parte, a scongiurare l'aumento delle imposte comunali e, dall'altra, ad evitare che la scure si abbattesse sui settori nevralgici per la vita delle romane e dei romani. E siamo stati in grado di fare di più con uno stanziamento per l?anno in corso aumentato del 6,53% (9,5 milioni di euro) rispetto alla spesa storica. Ha premiato anche il lavoro di questi mesi di continuo confronto con gli operatori del settore, con le associazioni, con le cooperative e anche con tanti singoli cittadini. Importante e costruttivo è stato il confronto con il mondo della disabilità. Grazie ad un dialogo continuo abbiamo potuto dare una risposta adeguata, non solo guardando al 2014, ma già dall'anno in corso".
 
Redazione (Fonte: Redattore sociale)
 
@nelpaeseit
 
 
 
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Maggio 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31