Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 18 Giugno 2018

"SBLOCCARE IL WELFARE": COOP SOCIALI E TERZO SETTORE IN PIAZZA A PALERMO

Scritto da  Redazione Dic 14, 2015

Legacoopsociali e Federsolidarietà Sicilia chiedono al governo regionale: "serve richiesta proroga alla rendicontazione p.o.fesr sicilia 2007/2013 e sblocco pagamenti per servizi di welfare". Oggi la manifestazione davanti Palazzo d'Orleans.

"Il terzo settore siciliano sta soccombendo sotto una politica cieca ed una macchina amministrativa lenta e negligente". Inizia così la dura nota di Legacoopsociali e Federsolidarietà Sicilia, a firma delle responsabili Angela Peruca e Giusi Palermo. "I fatti delle ultime settimane parlano chiaro – scrivono Peruca e Palermo - una regione che ad un mese e 10 giorni dalla fine della rendicontazione cambia le regole e soprattutto che ad un mese e dieci giorni dalla scadenza ultima del 31.12.2015, per proprie inadempienze mette a rischio buona parte del settore produttivo dell'isola e con esse centinaia di lavoratori e rispettive famiglie. Tale allarme diventa ancora più forte nel terzo settore, stampella della pubblica amministrazione nell'erogazione dei servizi di welfare senza cui gli stessi sarebbero inesistenti, e cenerentola di un sistema lacunoso, mal governato e grottesco come quello siciliano".
Per le associazioni delle coop sociali è "una situazione talmente incresciosa da rasentare l'assurdo di una regione che, a detta del Presidente, è in ripresa, ma che se guardata invece nel dettaglio della propria nervatura risulta essere scoperta, all'abbandono, al disastro: non possiamo che far nostre le parole del Vice Presidente di Anci Sicilia Paolo Amenta, che – nel comunicato stampa dell' 08.12.2015 - oltre a denunciare quanto già sopra esposto rincara la dose esponendo anche la grave crisi in cui versano gli enti locali a causa della mancanza dei trasferimenti".
La cooperazione sociale ed il terzo settore saranno in piazza stamattina a Palazzo D'Orleans, affinché "delle decisioni coerenti e corrette vengano prese nella direzione di un reale supporto al territorio e ai siciliani. In questa direzione si stanno predisponendo azioni di tutela legale delle nostre associate".
Le richieste
Ecco quali sono le richieste di Legacoopsociali E Federsolidarietà Sicilia al governatore Crocetta: "Chiediamo che responsabilmente la Regione chieda proroga all'unione europea per lo slittamento del termine ultimo di rendicontazione, consentendo di sopperire alle mancanze rappresentate e di mettere nelle condizioni i vari livelli imprenditoriali – che hanno avuto ed hanno rapporti con la pubblica amministrazione – di non perdere risorse economiche fondamentali e soprattutto posti di lavoro, in un momento storico in cui il dato occupazionale è sotto il livello di guardia".
"Chiediamo, altresì, che prima della chiusura delle casse regionali, vengano al più presto sbloccati i fondi per i pagamenti dei servizi di residenzialità a minori, anziani, disabili che vivono ritardi intollerabili, contrari alla legislazione vigente, di quasi 12 mesi".
"Chiediamo inoltre, che il governo regionale intervenga inderogabilmente per scongiurare l'attuale ricorso alla contrattazione delle rette per i servizi sociali, alla strumentalizzazione del lavoro nero del volontariato per garantire servizi sociali assistenziali con continuità e professionalità, per rivedere i sistemi di affidamento dei servizi sociali".
Infine l'appello di Peruca e Palermo è verso la politica: "basta ad una politica cieca e disinteressata al benessere del proprio territorio e, soprattutto, delle persone più deboli e fragili che vivono nella nostra isola".

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Giugno 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30