Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 21 Settembre 2018

Il 26 giugno, mentre l’attenzione del Paese era sulle poche ore precedenti la partita nella quale Argentina avrebbe definito la sua qualificazione agli ottavi del mondiale di calcio, sono arrivate le parole che hanno scatenato le proteste.

Il governo di Mauricio Macri ha giustificato il licenziamento dei 354 lavoratori “con la scusa di modernizzare e professionalizzare la Agenzia Statale di Notizia Telam, giacchè non rispondono al nuovo profilo e che sarebbero presumibilmente legati al Kirchnerismo”, come denuncia il Festival dei diritti umani di Napoli che in Italia dà voce alla protesta.

Molti di loro sono giornalisti di lungo corso con più di 20 anni di lavoro nell'agenzia. “Questo taglio è un colpo durissimo alla libertà d'informazione dato che rappresenta il 40% dei lavoratori del giornalismo pubblico – aggiunge il Festival nella nota - lasciando sprovvisti i canali pubblici d'informazione intere regioni del vasto paese e che purtroppo augura tempi già conosciuti nella storia Argentina. Tempi con meno pluralità di voce e di visioni, con meno diritti e più silenzio”. 

 

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30