Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 25 Settembre 2018

Siglato, dopo il referendum positivo tra le lavoratrici e i lavoratori, l'accordo per il rinnovo dell'integrativo territoriale delle cooperative sociali di Bologna e Imola tra le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Fp Cisl, Fisascat Cisl e Uil fp e le associazioni datoriali dell'Alleanza delle Cooperative italiane (Legacoop Bologna e Imola, Confcooperative Bologna, Agci Bologna)

Un accordo equilibrato che tiene conto delle esigenze delle lavoratrici e dei lavoratori e della sostenibilità economica del comparto della cooperazione sociale. I punti salienti: superamento del Jobs Act nei cambi di appalto, banca delle ore, 300.000 euro aggiuntivi di premio produttivo territoriale per l'anno 2017, aumento del 20% del buono pasto, maggiori tutele per chi è affetto da gravi patologie e per le donne che subiscono violenza

Questi nel dettaglio i 7 punti dell'accordo: Elemento Retributivo Territoriale: buono premio ulteriore per l'anno 2017 di 300.000 ? (per un totale di 730.000 ?) che toccherà il 90% dei lavoratori delle cooperative sociali aderenti all'ACI e definizione dei nuovi parametri di applicazione entro 6 mesi all'interno del Comitato Misto Paritetico che tengano conto della nuova modalità di redazione dei bilanci civilistici, dei nuovi meccanismi di detassazione (appena entrati in vigore) e della contrattazione nazionale in essere. Buono pasto: aumento del buono pasto del 20% per i lavoratori che ne hanno diritto e impegno a valutare i casi più di disagio nell'usufruirne all'interno del Comitato Misto Paritetico. Cambi di appalto: mantenimento delle tutele contrattuali maturate dai lavoratori nella cooperativa uscente che passano alla cooperativa subentrante.Personale con limitazioni funzionali: monitoraggio della situazione del comparto delle cooperative sociali al fine di affrontare le criticità in modo condiviso e ampiamento del periodo di comporto da 12 a 18 mesi per i lavoratori con gravi patologie certificate.

Sciopero: definizione condivisa dei servizi minimi essenziali in caso di sciopero. Banca delle ore: regolamentazione dello strumento a livello territoriale per garantire maggiore stabilità nelle retribuzioni mensili delle lavoratrici e dei lavoratori garantendo una migliore organizzazione flessibile del tempo di lavoro. Donne vittime di violenza: congedo straordinario di ulteriori 30 giorni, per un totale di 4 mesi (l'INPS prevede 3 mesi), a totale carico della cooperativa, garantendole il 100% della retribuzione e la piena contribuzione.

Per l'Alleanza delle Cooperative Italiane di Bologna e Imola, la sottoscrizione di questo accordo è il frutto di un percorso che ha portato a ulteriori miglioramenti per il comparto della cooperazione sociale che colgono, anche con pratiche innovative, il cambiamento avvenuto in questi anni.

Mantenere alta l'attenzione sulla qualità del lavoro e la migliore gestione dell'impresa cooperativa è un binomio che consente al territorio bolognese di mantenere alta la qualità del servizio offerto ai cittadini. L'impegno rimane quello di affrontare insieme le problematiche del settore utilizzando al meglio l'istituto del Comitato Misto Paritetico con un dialogo costate e costruttivo che non è mai venuto meno e mai verrà meno.

Centrale in questo percorso sarà fare fronte comune, Organizzazioni Sindacali e Datoriali, nel chiedere alle stazioni appaltanti, con le quali le cooperative sociali lavorano, il rispetto dei Tabellari del CCNL Coop Sociali del territorio di Bologna perché vengano fatte gare che abbiamo un costo del lavoro coerente con quanto scritto in questo contratto che rappresenta una eccellenza positiva nel territorio nazionale.

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30