Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 22 Settembre 2018

Il 22 aprile alle 17 al Castello della Porta di Frontone (Pesaro-Urbino) viene presentato il primo di sette incontri dal titolo "Esercizi di stato in luogo" e che sono il risultato di un percorso di laboratorio teatrale performativo curato da Alice Toccacieli, dell'associazione "Luoghi comuni", e organizzato con le persone del Centro socio educativo L'Albero delle Storie di Cagli, un servizio pubblico affidato dall'Unione Montana del Catria e del Nerone alla gestione della Cooperativa sociale Labirinto.

L'evento, che ha l'obiettivo di invitare il pubblico a una riflessione sulle tematiche connesse alle dimensioni della casa e dell'abitare, si colloca all'interno dei festeggiamenti per i venti anni di vita del servizio e apre una serie di incontri itineranti che vedranno il gruppo condividere questo spettacolo nei sette comuni dell'Ambito Sociale 3 del Catria e Nerone.

Che cosa è "casa"? Che cosa significa "abitare"? – si chiede Alice Toccacieli – rispondere alla domanda "dove sono" significa rispondere alla domanda "chi sono"? In che rapporto stanno la casa e la domanda identitaria? Che cosa ci permette di scoprire di noi stessi il nostro desiderio di casa? Cosa di noi affidiamo a lei? Cosa le chiediamo ogni volta che ci allontaniamo o che torniamo? Siamo sicuri che con la parola "casa" ci riferiamo solo ed esclusivamente all'edificio che ci concede il suo riparo notturno? Quali e quante sono le cose che si possono chiamare casa? E perché? chi può varcare la soglia della nostra casa e chi no?

L'albero delle storie svolge un servizio diurno con 16 persone adulte con disabilità e con le loro famiglie, affiancandole nell'elaborazione di un progetto di vita che divenga stimolo culturale per l'intero territorio montano. Il tema centrale maturato nei venti anni che vengono festeggiati è proprio quello della residenzialità abitativa, della casa intesa come possibilità per le persone di poter espandere e radicare sul territorio di riferimento il proprio cammino di autonomia, e per la comunità locale di riconoscersi in un percorso continuativo di accoglienza.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30