Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 25 Settembre 2018

Crescono le segnalazioni all'Autorità nazionale anticorruzione relative ad appalti pubblici di lavori servizi e forniture. Lo evidenzia la Relazione sull'attività svolta nel 2017 presentata in Senato. "Sono pervenute oltre 5190 segnalazioni concernenti appalti di lavori, servizi e forniture, con un ulteriore incremento rispetto ai 4372 del 2016", riferisce l'Anac. Nel dettaglio "per il settore dei lavori, risultano pervenuti circa 1.700 esposti ed aperte 500 istruttorie; per il settore dei servizi e delle forniture, sono pervenute 3490 segnalazioni con 585 istruttorie aperte".

Nel corso dell'anno 2017, evidenzia la Relazione, "l'Autorità ha proseguito l'attività di vigilanza sul mercato dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture". In particolare "in seguito alla presentazione di segnalazioni sono stati avviati procedimenti istruttori diretti ad accertare l'effettiva sussistenza delle criticità prospettate dagli esponenti, sia rispetto alla fase di aggiudicazione che con riferimento all'esecuzione del contratto" "Diversi altri procedimenti istruttori sono stati avviati d'ufficio, sulla base di informative pervenute da organi di controllo o ad altre forme di denuncia da parte di soggetti interessati - spiega l'Anac - Oltre che su specifici affidamenti disposti dalle singole stazioni appaltanti, sono state svolte indagini di carattere generale anche per particolari settori o per talune ricorrenti patologie

"Non riteniamo che l'Autorita' debba essere destinataria di nuovi poteri e funzioni ma che sia piuttosto messa in condizioni di poter svolgere quelle attribuite". Lo dice il presidente dell'Anac, Raffaele Cantone, nel suo intervento alla Relazione annuale dell'Autorita' al Senato. "Da parte nostra, comunque, continueremo a lavorare con il massimo impegno fino al 2020, quando questo Consiglio terminera' il suo mandato, per far si' che la prevenzione si imponga, diventando un indispensabile strumento di efficienza del sistema e non un intralcio burocratico", conclude

E aggiunge: "Lasciatemi esprimere un profondo ringraziamento al presidente della Repubblica, che, con il suo autorevole magistero, non manca mai di indicare la corruzione come un male assoluto da combattere".

(Fonti: AdnKronos - Dire)

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30