Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 16 Agosto 2018

Ecco l'Italia che il Mondiale l'ha vinto. Quando il calcio può essere uno strumento riabilitativo per i pazienti psichiatrici. A dispetto dei super miliardari e strapagati calciatori del calcio nostrano, di cui abbiamo già parlato ampiamente del fallimento mondiale in un articolo precedente, quest’oggi parleremo invece di come lo sport, e nello specifico il calcio appunto, possa dare un riscatto morale. 

Infatti, a 40 anni dalla legge Basaglia, legge che chiudeva definitivamente i manicomi e con lo slogan: “Un gol alla pazzia” si è svolto, al Pala Tiziano di Roma, il torneo mondiale di calcio a 5 Dream World Cup; progetto nato nel 2016 che ha consentito a undici ragazzi di indossare la maglia ufficiale della nazionale. Torneo con 150 atleti di 10 Nazioni, si sono dati battaglia per la conquista del titolo di campioni del mondo, ed i nostri ragazzi, ben coadiuvati dal loro coach Enrico Zanchini, hanno conquistato il tetto del mondo vincendo il mondiale.

L'allenatore Zanchini, si è espresso in questo modo dicendo che oltre la vittoria sui campi di gioco, c’è una vittoria ben più importante per la loro vita; tutti hanno vissuto un sogno, quello di indossare la maglia azzurra della nazionale. Ovviamente tutto lo staff della spedizione tra cui il coach, gli specialisti psichiatrici sono orgogliosi dei risultati ottenuti. Ce ne sono di storie da raccontare su questi ragazzi, di cui non faremo i nomi, ma tutti hanno dietro di loro storie di sofferenze e di persone che hanno creduto in loro.

C’è per esempio chi ha dato un calcio alla schizofrenia, chi prende farmaci già dall'età di 10 anni, chi non preferisce parlare del suo disagio, ma che attraverso lo sport ha trovato un grande stimolo, chi invece non aveva più stimoli e si chiudeva in casa. Sono tante le storie, ma le differenze le facevano le terze persone, con pregiudizi ammantati da pietismo ed anche tuttora sono ben presenti nel tessuto sociale dei cosiddetti normali, basti solo pensare che questa squadra non è riuscita a trovare nessuna azienda che la volesse sponsorizzare.

È chiaro ed evidente che le problematiche psichiatriche a tutt'oggi, a 40 anni dalla legge che chiuse i manicomi, dovrebbero aprire le menti, purtroppo la pazzia mette ancora paura. Ma andiamo al risultato, che i nostri ragazzi hanno ottenuto, di 17 a 4 battendo in finale la compagine cilena.

 

Valter D'Angelillo (da Buone Notizie Bologna)

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31