Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 17 Ottobre 2017

TRIBUNALI E PROCURE PER MINORI: NETTO NO CONTRO LA SOPPRESSIONE

Scritto da  Giuseppe Manzo Feb 26, 2016

"Preoccupati per la soppressione dei Tribunali e delle Procure per i minorenni". Liviana Marelli del Cnca: "Si rischia seriamente di disperdere l'esperienza della giustizia minorile italiana". E le assistenti sociali: "L'auspicio è che nel corso dell'iter di approvazione del provvedimento si possano correggere tutte quelle storture".

Il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA)esprime la propria preoccupazione per l'approvazione, in commissione Giustizia della Camera dei deputati, di una proposta che prevede la soppressione dei Tribunali e delle Procure per i minorenni e l'introduzione di sezioni specializzate per la persona, la famiglia e i minori presso i Tribunali ordinari e di gruppi specializzati presso le Procure ordinarie.

"Siamo assolutamente contrari a questa proposta," dichiara Liviana Marelli, responsabile Infanzia, adolescenza e famiglie del CNCA, "che rischia seriamente di disperdere l'esperienza della giustizia minorile italiana, un punto di riferimento in Europa. Siamo convinti – d'accordo con quanto espresso dall'Associazione italiana dei magistrati per i minorenni e per la famiglia – che solo uffici specializzati con competenze esclusive in materia minorile e familiare siano adeguati a tali delicati compiti. Per questo chiediamo che venga ripresa l'iniziale proposta del governo, condivisa da larga parte degli addetti ai lavori, di istituire un Tribunale e un ufficio specializzato autonomo di Procura che accorpino in sé le competenze in materia di persona, famiglia e minorenni."

"Abbiamo sempre ribadito la necessità che solo Uffici che si occupino di queste materie in via esclusiva e non siano distratti da altri compiti possano sviluppare nel tempo l'esperienza e la competenza specialistica di cui ha bisogno un settore di tale delicatezza che certamente va rivisto per alcuni aspetti - sottolinea Silvana Mordeglia, presidente del Consiglio nazionale degli Assistenti Sociali -. Il Consiglio nazionale si è più volte espresso sulla questione anche congiuntamente con i diversi soggetti che si occupano della materia. L'auspicio è che nel corso dell'iter di approvazione del provvedimento si possano correggere tutte quelle storture che rischiano seriamente di disperdere quel patrimonio di competenze e di esperienze che il sistema ha accumulato in questi decenni all'interno del sistema di protezione dei minorenni, delle famiglie nei settori civile e penale".

Redazione (Fonte: Redattore Sociale)

@nelpaeseit

L'ultima modifica Giovedì, 06 Luglio 2017 16:08
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Giornalista, Direttore nelpaese.it

Sito web nelpaese.it

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Ottobre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31