Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 21 Novembre 2017

"MAI PIÙ CIE": IL CNCA ADERISCE ALLA CAMPAGNA

Scritto da  Giuseppe Manzo Nov 14, 2012

ll Cnca (Coordinamento nazionale comunità d'accoglienza) aderisce alla Campagna LasciateCientrare.

La Campagna nasce nel maggio del 2011 dall'iniziativa di alcuni settori attivi della società civile insieme alla  Federazione nazionale della stampa e all’Ordine dei  giornalisti in risposta alla circolare 1305/2011 emanata dall'allora Ministro dell'Interno che vietava l'ingresso dei giornalisti e di gran parte delle associazioni nei Centri di Identificazione ed Espulsione  (CIE). Proprio a seguito dell'azione di pressione portata avanti dalla Campagna, a dicembre 2011 la circolare è stata ritirata ma il problema dell'accesso ai CIE permane. "I tanti episodi di rivolte e di fughe, di suicidio, di autolesionismo - è scritto nel documento della Campagna - il racconto delle violenze subite, lo stato di prostrazione che provocano anche pochi giorni di detenzione, l’alto tasso di consumo e abuso di psicofarmaci indispensabili a sopportare un 'regime carcerario' legalizzato sono comprovati non solo dalla cronaca ma anche da approfondite ricerche svolte da organizzazioni nazionali e internazionali indipendenti  e tra esse la stessa preoccupata relazione curata dalla Commissione De Mistura istituita dal Governo italiano nel 2007 che, a conclusione del rapporto, propose il progressivo superamento dei CPTA. Da allora la situazione dei centri di detenzione è ulteriormente peggiorata. In particolare segnaliamo alcuni degli aspetti più critici: violazione del diritto alla salute e utilizzo massiccio di psicofarmaci". 

Venerdì 16 novembre alle ore 15 nell'Ufficio d’informazione in Italia del Parlamento Europeo si terrà un convegno in cui saranno presentate le proposte per individuare misure alternative per l'accoglienza dei migranti: "Le alternative alla detenzione amministrativa e ai CIE sono possibili - scrivono gli organizzatori - a partire innanzitutto dalla puntuale e corretta applicazione della Direttiva 2008/115/CE (cd. direttiva rimpatri) e comunque dall'indispensabile e improrogabile riforma complessiva del  Testo Unico immigrazione d.lgs. 286/98.  Sono urgenti una modifica del sistema degli ingressi, delle procedure di identificazione, della disciplina del soggiorno e delle espulsioni, una corretta applicazione della normativa europea sull'accoglienza che innalzi gli standard attualmente praticati, una riforma della legge sulla cittadinanza, una legge per l’introduzione del diritto di voto amministrativo, una legge organica sul diritto di asilo. Le istanze della Campagna saranno sottoposte alle forze parlamentari, politiche, amministrative, istituzionali, e alla società civile e, contestualmente al percorso nazionale, la Campagna presenterà la propria posizione a livello europeo presso il Parlamento della UE. Questo il percorso che LasciateCIEntrare intende promuovere, anche in prospettiva delle  elezioni politiche in Italia nella primavera del 2013, ed in Europa nella primavera del 2014".

Redazione

L'ultima modifica Lunedì, 04 Settembre 2017 15:15
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Giornalista, Direttore nelpaese.it

Sito web nelpaese.it

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30