Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 19 Ottobre 2017

IUS SOLI VERSO RINVIO, "NUOVI" ITALIANI IN PIAZZA

Scritto da  Redazione Set 12, 2017

Sullo sfondo il nuovo probabile rinvio sta nei sondaggi che vedono la maggioranza degli italiani contrari con la campagna elettorale alle porte verso le nuove elezioni. La Conferenza dei capigruppo al Senato dovrebbe rinviare a novembre. Miraglia: “mettano fiducia come in altre occasioni”. 

Il movimento #Italianisenzacittadinanza, insieme alla Campagna L'Italia sono anch'io, manifesta oggi davanti a Montecitorio, per ribadire la necessità del voto immediato della Riforma della legge sulla cittadinanza italiana, Ius soli temperato e Ius culturae. “Siamo in piazza a Montecitorio innanzitutto – scrivono in una nota - perché dalla questura non ci è stato concesso di manifestare in Piazza delle Cinque Lune né in altri luoghi nei pressi del Senato per parlare ai capigruppo che si incontreranno proprio quel giorno per decidere il calendario dei testi di legge”.

”Per noi è allucinante che quella Piazza – aggiungono - solo tre mesi prima, fosse stata invece permessa a Casa Pound, contraria a questa necessaria Riforma. E così oggi si impedisce la manifestazione pacifica e democratica della società civile italiana a favore di una legge giusta che riguarda innanzitutto i bambini d'Italia, mentre un'organizzazione neofascista aveva potuto fare di tutto e di più proprio sotto al Senato italiano, lo scorso 15 giugno, al momento dell'arrivo in Aula del testo di legge”.

La richiesta ai capigruppo è quella “di raggiungerci per incontrare la società civile a cui è stata negata la possibilità di manifestare pacificamente nei pressi del Senato, sia per fare pressione sul Governo e in particolare sul presidente del Consiglio Paolo Gentiloni”. A lui questa estate era stata scritta una lettera e ora l’attesa è quella che il premier dia un seguito agli impegni presi.
“Secondo noi è il momento migliore per votare una Riforma che sancisce il principio ‘chi cresce in Italia è italiano’ – concludono - e che riconosce la ricchezza interculturale dell'Italia di oggi, miglior antidoto alle preoccupanti derive razziste e ai discorsi d'odio”.

Sullo sfondo il nuovo probabile rinvio sta nei sondaggi che vedono la maggioranza degli italiani contrari con la campagna elettorale alle porte verso le nuove elezioni. La Conferenza dei capigruppo al Senato dovrebbe rinviare a novembre, periodo che potrebbe poi tagliare definitivamente le gambe allo Ius Soli.

“Delle spiegazioni non ce ne facciamo nulla e non ci sembra utile dare la colpa alle opposizioni che fanno il loro mestiere, senza preoccuparsi della coerenza – sottolinea Filippo Miraglia, vicepresidente di Arci nazionale e tra i portavoce della Campagna l’Italia sono anch’io -. Il Pd e la maggioranza, quando hanno voluto, in molte altre occasioni in questa legislatura, hanno posto la questione di fiducia, forzando la mano a dissidenti interni e agli alleati di governo. Se questa volta non lo fanno e perché hanno paura di perdere consensi”.

Redazione (Fonte: Redattore Sociale)

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Ottobre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31