Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 23 Ottobre 2017

INSERIMENTO LAVORATIVO: LA FUSIONE DI COOB E COINTESO In primo piano

Scritto da  Redazione Ott 13, 2017

Coob e Cointeso: due consorzi di cooperative sociali di tipo B, cioè per l'inclusione lavorativa. La prima nell'interno della Toscana e dell'Umbria, la seconda sulla costa. Adesso sono insieme, sotto la sigla Coob e rappresentano 32 cooperative sociali che operano in buona parte delle province toscane: 15 in quella di Arezzo, 12  a Grosseto, 3 a Livorno, 1 a Siena e Perugia. Si occupano di manutenzione del verde, igiene ambientale, logistica, servizi amministrativi, comunicazione, ristorazione, gestione pubblici servizi, pulizia, custodia, sorveglianza e altro ancora. Occupano 2100 addetti, dei quali oltre 800 svantaggiati con un fatturato annuo di 63 milioni di euro.

"I nostri percorsi erano paralleli e alla fine si sono incrociati - ricorda Deborah Caramelli, Presidente di Cointeso ed ora vice Presidente di Coob. Siamo tutte cooperative di tipo B e quindi finalizzate agli inserimenti lavorativi di persone svantaggiate che oggi, con la crisi economica, non sono soltanto i disabili. Siamo fortemente legate ai territori dove siamo nate e consideriamo questo radicamento un valore perché ci consente di  capire e interpretare i bisogni ai quali rispondiamo. Non andiamo a operare in altri territori ma lavoriamo con le coop sociali di quei territori. Rappresentiamo anche una sintesi delle tre grandi centrali cooperative perché sono tutte rappresentate al nostro interno".

Per chi fa inclusione sociale è d'obbligo essere inclusivo. "Coob è nato prima di Cointeso ma i percorsi sono stati simili - continua Caramelli. Tanto che alcune delle nostre cooperative hanno collaborato anche prima della fusione dei due consorzi. Non sono tempi facili per il settore ma siamo convinti che l'idea della cooperazione sociale possa svilupparsi mantenendo fede alla sua identità e sottraendosi ai tentativi in atto di marginalizzarlo. Non siamo il passato ma vogliamo essere il futuro di una nuova economia e di un nuovo welfare in Toscana".

Michele Vignali è il Presidente di Coob: "il nostro consorzio è nato nel 2004 e in questi anni ha dimostrato non soltanto che le cooperative sociali si possono aggregare ma che questa scelta finisce per migliorare la qualità complessiva dei servizi che ogni singolo soggetto è in grado di offrire. C'è uno sforzo costante per sincronizzare le velocità alle quale ciascuna viaggia: il consorzio non può andare né a quella minima né a quella massima. Ognuna ha la sua storia, i suoi dirigenti, i suoi soci. Lavorare insieme, insomma, non è facile ma il risultato finale è straordinario ed è di gran lunga superiore a quello teorico dato dalla semplice somma delle singole realtà".

Il consorzio si pone l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche di inserimento lavorativo e di inclusione sociale di persone svantaggiate creando opportunità di lavoro stabili, favorendo l’accesso al lavoro di persone appartenenti alle cosiddette fasce deboli. La finalità è anche quella di promuovere il valore dellacooperazione sociale di tipo B; sostenere accordi e protocolli con le Amministrazioni e le imprese private; sensibilizzare e condividere idee che attraverso la leva della collaborazione favoriscano l’inserimento delle associate nel contesto socio-economico locale; garantire, nello svolgimento delle attività, uno stile ed una reputazione di onestà, limpidezza ed eticità nelle relazioni instaurate.

"Penso che quella consortile sia una risposta ancora valida all'evoluzione del mercato e alle normative che interessano l'affidamento di lavori da parte della pubblica amministrazione - conclude Vignali. Non credo alle cooperative giganti: il sovradimensionamento, indipendentemente dalla volontà dei singoli, finisce per allentare il radicamento territoriale e l'"ancoraggio" ad alcuni dei valori che sostengono la cooperazione sociale".

 

L'ultima modifica Venerdì, 13 Ottobre 2017 10:50
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Calendario

« Ottobre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31