Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 11 Dicembre 2017

CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: LA CGIL IN PIAZZA IL 30 SETTEMBRE

Scritto da  Cronaca Set 25, 2017

Riprendiamoci la libertà! Con questo slogan il segretario generale della Cgil Susanna Camusso invita tutte le donne a scendere nelle piazze italiane sabato 30 settembre per le manifestazioni organizzate dalla Confederazione contro la violenza sulle donne, la depenalizzazione dello stalking, la narrativa con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime.

Per la Cgil “il linguaggio utilizzato dai media e il giudizio su chi subisce violenza, su come si veste o si diverte, rappresenta l’ennesima aggressione alle donne. Così come il ricondurre questi drammi a questioni etniche, religiose, o a numeri statistici, toglie senso alla tragedia e al silenzio di chi l’ha vissuta”.

Con l’appello, dal titolo ‘Avete tolto senso alle parole’, la Cgil lancia una mobilitazione nazionale “per chiedere agli uomini, alla politica, ai media, alla magistratura, alle forze dell’ordine e al mondo della scuola un cambio di rotta nei comportamenti, nel linguaggio, nella cultura e nell’assunzione di responsabilità di questo dramma”. Perché “la violenza maschile sulle donne non è un problema delle donne”, che “non vogliono far vincere la paura e rinchiudersi dentro casa”. “L’appello – ricorda la Cgil – è aperto a tutte coloro che vorranno aderire. È fondamentale che il fronte di coloro che vogliono rompere il silenzio cresca ancora”.

Nei prossimi giorni verranno rese note le modalità delle iniziative territoriali del 30 settembre. Tra le associazioni arriva il sostegno di Auser:  “Noi ci saremo con la presenza e la voce delle donne e degli uomini dell’Auser.  Il contatore della violenza sulle donne  purtroppo non si è mai fermato. Ai femminicidi si sono alternati gli stupri. La violenza contro le donne è una sconfitta per tutti e tutti siamo chiamati a reagire, per diffondere insieme una cultura della non violenza e del rispetto reciproco”.

L’appello ha già raccolto molte firme tra cui quelle di  Bianca Berlinguer (giornalista), Sandra Bonzi (scrittrice), Gabriella Carnieri Moscatelli (Telefono Rosa), Luciana Castellina (politica e giornalista), Francesca Chiavacci (Arci), Lella Costa (attrice), Geppi Cucciari (attrice), Maria Rosa Cutrufelli (scrittrice), Francesca Fornario (giornalista), Maria Grazia Giannichedda (Fondazione Basaglia), Marisa Guarneri (Cadmi centro donne maltrattate di MilanoFrancesca Koch (Casa internazionale delle Donne), Alessandra Kustermann (ginecologa), Simona Lanzoni (Pangea), Loredana Lipperini (giornalista e scrittrice), Myrta Merlino (giornalista), Maura Misiti (ricercatrice Cnr), Rossella Muroni (Legambiente), Bianca Nappi (attrice), Giusi Nicolini (dirigente politica), Cristina Obber (giornalista e scrittrice), Ottavia Piccolo (attrice), Norma Rangeri (giornalista), Chiara Saraceno (sociologa), Assunta Sarlo (giornalista), Lunetta Savino (attrice), Stefania Spanò – Anarkikka (vignettista)

L'ultima modifica Lunedì, 25 Settembre 2017 12:47
Cronaca

Cronaca

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31