Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 25 Novembre 2017

VIOLENZA DI GENERE: DISTRUTTI I LOCALI DELL'ASSOCIAZIONE FRIDA KAHLO In primo piano

Scritto da  Cronaca Ott 18, 2017

“Negli anni ne abbiamo subite numerose vandalizzazioni, ed ogni volta a nostre spese e con la nostra forza abbiamo rimesso in piedi uno spazio sociale a disposizione delle donne del territorio" Le porte di Frida". Così l’associazione Frida Kahlo, la città delle pari opportunità di Marano di Napoli ha commentato il raid che ha distrutto la loro sede e non solo. “Ci hanno davvero distrutto tutto, addirittura la porta di ferro dove stava la nostra biblioteca popolare . Abbiamo trovato ancora una volta escrementi, ma questa volta ci hanno lasciato un gatto morto. Siamo dovute scappare fuori, perché il cattivo odore non riusciva a farci respirare. Siamo scoppiate in lacrime”.

“La nostra attività è dal 2006 quella innanzitutto di promuovere la cultura di genere – hanno scritto le attiviste dell’associazione - per contrastare pregiudizi stereotipi e tabù all'origine della violenza sulle donne. Dal 2006 la nostra battaglia contro la violenza sulle donne è innanzitutto sul piano culturale, che abbiamo provato a condurla. Abbiamo messo in piedi uno sportello antiviolenza, che è diventato centro antiviolenza grazie al protocollo d'intesa con il centro antiviolenza Terra Viva. Una rete che abbiamo costruito per sostenere le donne vittime di violenza in tutto il loro percorso dalla denuncia in poi. Abbiamo costruito azioni di solidarietà ed aggregazione sociale e culturale”.

Questo attacco violento e duro è stato però stavolta “un colpo al cuore” ma alle intimidazioni e a chi ha distrutto i locali della sede una promessa: “Non ci fermerete, ancora una volta ci rialzeremo”

La solidarietà dei parlamentari

"Piena solidarietà alle donne dell'Associazione Frida Khalo di Marano di Napoli la cui sede è stata ancora una volta vandalizzata" così in una nota congiunta i senatori Alessia Petraglia, capogruppo di Sinistra Italiana in Commissione Istruzione e Cultura, e il senatore napoletano Peppe De Cristofaro, appresa la notizia del raid distruttivo che ha reso inagibile la sede. "Ci sono luoghi in cui - proseguono - parlare di diritti e in special modo quelli delle donne, richiede coraggio e determinazione. Sono anni, ormai che l'Associazione Frida Khalo lavora prima di tutto per promuovere una cultura che contrasti pregiudizi, stereotipi e tabù, e a questa attività di sensibilizzazione è stata affiancata anche un centro antiviolenza".

"Lo scopo di chi ha compiuto questo atto è chiaro: mettere a tacere chi vuole dare spazio a donne che altrimenti verrebbero tenute isolate e controllate. La solidarietà di tutte e tutti di Sinistra Italiana va per prima a queste pioniere che ancora una volta si dovranno rimboccare le maniche per non mollare lo spazio conquistato così duramente". "Siamo certi che da parte delle istituzioni locali, nazionali, delle forze dell'ordine arriverà una risposta chiara e forte per punire chi ha commesso questo reato e per sostenere l'associazione nel suo percorso di rinascita", concludono Petraglia e De Cristofaro.

 

L'ultima modifica Mercoledì, 18 Ottobre 2017 16:33
Cronaca

Cronaca

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30