Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 03 Aprile 2020

CRIMINI DI GUERRA IN UCRAINA: LA DENUNCIA DI AMNESTY INTERNATIONAL

Scritto da  Redazione Mag 27, 2015

Uccisioni sommarie, torture, minacce di morte e privazioni di cure mediche urgenti. Sono questi alcuni dei crimini di guerra che si stanno commettendo in Ucraina orientale, in base a quanto rivelato da Amnesty International nel suo ultimo rapporto, pubblicato lo scorso 22 maggio.

L'Ong dei diritti umani ha diffuso nuove prove che dimostrano l'esistenza di crimini di guerra nei territori combattuti tra le forze pro-Kiev e i gruppi separatisti filo-russi. Le violenze sono commesse da entrambe le parti e avvengono principalmente nei centri non ufficiali di detenzione.

"All'ombra del conflitto ancora in corso in Ucraina orientale, le nostre ricerche sul campo hanno raccolto denunce di tortura tanto frequenti quanto scioccanti", ha dichiarato John Dalhuisen, direttore del programma Europa e Asia centrale di Amnesty International. "Prigionieri di entrambe le parti hanno subìto pestaggi e finte esecuzioni. Abbiamo anche documentato uccisioni sommarie ad opera dei gruppi separatisti. Ricordiamo che torturare o uccidere deliberatamente persone fatte prigioniere durante un conflitto è un crimine di guerra", ha aggiunto Dalhuisen.

Il rapporto di Amnesty International si basa sulle testimonianze di circa trenta ex prigionieri di entrambi gli schieramenti, detenuti per vari periodi di tempo tra luglio 2014 e marzo 2015. I militari denunciano di essere stati torturati, appesi al soffitto, accoltellati, picchiati e privati del sonno. I loro resoconti sono supportati dalle prove di cartelle cliniche, radiografie di ossa rotte, fotografie di cicatrici e ferite.
Alcune ricerche hanno anche rivelato che sia le forze governative, sia i separatisti hanno arbitrariamente trattenuto civili per il solo fatto di aver espresso simpatia per la parte avversa.

Amnesty International ha esortato le autorità ucraine a indagare sulle denunce dei crimini di guerra, aprire fascicoli e raccogliere prove degli abusi commessi. Ha inoltre chiesto alle Nazioni Unite di inviare una task force di esperti in Ucraina per visitare i luoghi di detenzione dei prigionieri.

G.C.

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Aprile 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30