Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 24 Maggio 2019

SYRIAN EDGE: IL DOC SULL'ESODO DAL MEDIO ORIENTE

Scritto da  Redazione Nov 10, 2015

La crisi siriana diventa ogni giorno più grave: il numero di persone in fuga ha raggiunto l'allarmante cifra di 4 milioni, soprattutto bambini sotto i 10 anni. Il Libano è il paese che accoglie il maggior numero di rifugiati rispetto alla sua popolazione: 1,1 milioni di siriani, che rappresentano oggi un quarto della popolazione residente.

La speranza di tornare a casa una volta terminata la guerra comincia a vacillare. Si sopravvive grazie agli aiuti internazionali e agli sforzi delle singole municipalità. A raccontare la realtà dei rifugiati siriani in Libano è Syrian Edge, documentario realizzato dalla giornalista Lisa Tormena e dal documentarista Juan Martin Baigorria di Sunset all'interno dei campi informali tra Siria e Libano.
Il documentario verrà presentato mercoledì 11 novembre alle ore 17.00 presso l'edificio Altiero Spinelli, Aula A5E-2 del Parlamento Europeo a Bruxelles, con la partecipazione dell'Europarlamentare Cécile Kashetu Kyenge e della Direzione Generale per gli Aiuti Umanitari e la Protezione Civile della Commissione Europea (ECHO).

 

"I siriani che arrivano in Europa in cerca di protezione internazionale continua ad aumentare - ha spiegato Cécile Kyenge (PD/S&D) - ma rimane basso rispetto a quello dei Paesi vicini alla Siria. Queste persone sono alla ricerca di un riparo, cibo, cure mediche, protezione sociale e i diritti fondamentali previsti e tutelati nella Convenzione delle Nazioni Unite relativa allo status dei rifugiati, così come nella legislazione europea". Kyenge è correlatrice di un rapporto di iniziativa sulla situazione nel Mediterraneo che ha definito la necessità di un approccio globale alla gestione della migrazione. "E' giunto il tempo di reagire", ha indicato Kyenge. "Il Parlamento europeo sta lavorando su una serie di misure concrete tra cui l'adozione di due sistemi di meccanismo di ricollocazione di 160 mila persone in evidente bisogno di protezione internazionale".

"I rifugiati siriani richiedenti asilo in Europa sono circa 500 mila, contro gli oltre 4 milioni registrati tra Turchia, Medio Oriente e Nord Africa – afferma Dina Taddia, Presidente di GVC - Con questo documentario siamo voluti andare oltre la logica allarmante dei numeri, per dare un volto e una voce al popolo siriano che fino a 5 anni fa ospitava circa 300 mila rifugiati iracheni".
Oltre a raccontare la vita, le difficoltà e le speranze di chi è scappato dalla guerra, Syrian Edge mette in evidenza il rapporto tra i rifugiati siriani e la comunità ospitante. Il documentario rientra all'interno dei progetti realizzati da GVC e finanziati da ECHO nel campo dell'emergenza e della gestione dei rifugiati.

Syrian Edge è stato presentato in anteprima nazionale a Bologna, durante la nona edizione del Terra di Tutti Film Festival e dopo la presentazione di Bruxelles toccherà diverse città italiane. Oltre al documentario è attiva anche la campagna di sensibilizzazione #4Syria www.GVCforSyria.org

Redazione

@nelpaeseit

L'ultima modifica Giovedì, 24 Agosto 2017 15:10
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Maggio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31