Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 27 Novembre 2020

CONFINE CURDO-IRACHENO: "CHIUSURA METTE A RISCHIO MILIONI DI VITE" In primo piano

Scritto da  Redazione Ott 30, 2017

L’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) è estremamente preoccupata per la possibilità di continuare a fornire aiuti umanitari alla popolazione in Siria nord-orientale, a causa degli scontri fra le forze curde e irachene in Iraq nord-occidentale, che minacciano di chiudere il punto di attraversamento del confine a Peshkhabour.

Il passaggio di Peshkhabour è l’unica possibilità perché le organizzazioni umanitarie riescano a portare forniture e personale in Siria nord-orientale. "È già molto complicato fornire aiuti in quest’area della Siria, dove molte città sono state distrutte da combattimenti e bombardamenti aerei, e dove quasi 500.000 persone sono state sfollate e vivono in condizioni di estrema precarietà. Se la frontiera fra Siria e Iraq verrà chiusa agli aiuti umanitari, milioni di persone già vulnerabili non avranno più accesso all’assistenza medica urgente a Menbij, Tal Abyad, Tabqa, Kobane/ Ain Al Arab, Hassaka e Raqqa. La chiusura di Peshkhabour potrebbe avere un impatto su milioni di vite".

MSF chiede a tutte le parti coinvolte "di garantire accesso continuo, senza alcun impedimento o ostacolo, per poter fornire aiuti umanitari attraverso le frontiere".

 

 

L'ultima modifica Lunedì, 30 Ottobre 2017 16:55
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30