Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 20 Aprile 2019

SE A SALVARE I MIGRANTI CI PENSA LA FAMIGLIA CATRAMBONE

Scritto da  Giuseppe Manzo Mag 04, 2015

Dopo gli 800 morti del 19 aprile è calato il silenzio su barconi, migranti e profughi. E la motonave della famiglia italoamericana salva 473 persone in due giorni

Ai tempi dell'Expo, la strage del 19 aprile è stata dimenticata in fretta. Gli 800 morti a largo del canale di Sicilia sono già un ricordo lontano. E con essi anche le parole di dolore e le promesse non mantenutedall'Unione europea che nel vertice del 23 aprile ha concluso l'ennesimo nulla di fatto.

E così, invece che delle politiche dei governi, si continua a registrare l'iniziativa personale. Dopo il signore di Livorno che ha messo a disposizione la sua casa vuota ecco che ha ripreso il largo la motonave M.y. Phoenix del Moas (Migrant offshore aid station), la ong finanziata dalla famiglia italoamericana composta da Christopher e Regina Catrambone, a cui da maggio si sono aggiunti gli operatori sanitari di Medici senza frontiere e i finanziamenti del tedesco Jürgen Wagentrotz.

Tra il 2 e il 4 maggio ha già salvato 473 persone, come riportato dall'agenzia stampa Redattore Sociale: "L'equipaggio è composto in totale da 20 persone, tutti professionisti con grande esperienza nel campo dei salvataggi in mare. Si preannunciano sei mesi di frenetica attività per M.y. Phoenix: non era in acqua nemmeno da 24 ore quando la motonave ha effettuato il suo primo salvataggio. I primi migranti recuperati sono tutti di nazionalità eritrea e a bordo ci sono almeno 45 minori e donne incinte".

Una volta sbarcati in Sicilia sono stati affidati al team di Medici senza frontiere di base a Pozzallo. Nel centro si trovano già 800 migranti assistiti. Si stima che dall'inizio del 2015 siano già annegate 1.750 persone, contro le 96 dello scorso anno

Mentre nel nostro Paese si consumano dibattiti e indignazione su vetrine infrante, auto in fiamme e la bellezza dei padiglioni della Fiera espositiva c'è chi pensa alle persone in fuga a largo del Mediterraneo. E se una motonave riesce a salvarne quasi 500 in due giorni, immaginate quanti bambini, donne e giovani potrebbero essere salvati come accaduto proprio ieri: 10 morti a largo della Libia. Non sapevate questa notizia? Beh, nel Paese al 65° per la libertà di stampa non c'è spazio per le notizie negative.

Giuseppe Manzo

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

@nelpaeseit

L'ultima modifica Martedì, 18 Luglio 2017 14:52
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Aprile 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30