Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 23 Luglio 2019

QUANDO IL SUD SUPERA IL NORD: ECCO IL MEZZOGIORNO COOPERATIVO

Scritto da  Giuseppe Manzo Lug 09, 2015

I dati dell'economia sul Sud raccontano di una crisi nella crisi. Eppure c'è un caso che porta il Mezzogiorno prima del Nord

Tutti gli indicatori economici ci parlano di un crisi nella crisi: quella del Sud. Il Mezzogiorno concentra percentuali doppie in questi anni di crisi rispetto al Nord: disoccupazione, reddito, povertà. Eppure in queste regioni c'è un segnale positivo, una reazione a un'economia ferma che potrebbe riassumersi nel recente film di Rocco Papaleo: "Piccola impresa meridionale". Rispetto alle regioni settentrionali aumentano le cooperative. Infatti 2013 il 44,2% delle imprese cooperative italiane è localizzato nelle otto regioni del Mezzogiorno. Migliora anche il rapporto tra numero di imprese cooperative e popolazione residente, con una diffusione capillare sul territorio. Anche qui il Mezzogiorno si pone in una posizione interessante: infatti il rapporto medio nazionale cresce dall'1,49 del 2010 all'1,79 del 2013.

Questi dati sono stati resi noti dal Sottosegretario al ministero dello sviluppo economico, Simona Vicari precisando che nel periodo 2010-2013 il numero delle imprese cooperative è cresciuto di 16.922 unità contro una riduzione delle imprese non cooperative di ben 64.180. "Questa evoluzione in positivo del sistema cooperativo - precisa il sottosegretario - ha determinato un lento ma costante cambiamento della "geografia" delle imprese cooperative, spostando il baricentro dal Nord al Sud del Paese: cambiamento che vede protagoniste regioni come la Sicilia (13.726 imprese cooperative, seconda regione d'italiana per localizzazione di imprese cooperative), la Campania (11.162) e la Puglia (10.371), seconde solo al Lazio (16.069, prima regione d'Italia per numero di imprese) e alla Lombardia (13.312 se si esclude la Sicilia)".

Questo trend ha permesso al Mezzogirono il raddoppio del peso delle imprese cooperative sul totale delle imprese italiane, passando dall'1 a circa il 2% del totale; L'occupazione nelle imprese cooperative, nello stesso periodo, è aumentata di circa l'8-10% contro quasi il raddoppio del tasso di disoccupazione tamponando l'emorragia di lavoro dalla Campania alla Sicilia.
In pratica al Sud, mentre fallisce l'impresa di capitale e si alza il livello di emigrazione, chi resta punta su una forma alternativa di impresa che maggiormente riesce a reggere agli urti della crisi e dell'economia stagnante. Numeri di un fenomeno da prendere in considerazione per pensare a un'alternativa.

Giuseppe Manzo

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

@nelpaeseit

L'ultima modifica Martedì, 18 Luglio 2017 15:06
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31