Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 15 Luglio 2019

DONNE E DIRITTI: CRONACA DI UNA QUOTIDIANA VIOLENZA

Scritto da  Giuseppe Manzo Gen 11, 2017

Gessica e Ilenia aggredite con l’acido e col fuoco. Storie di donne martoriate in un Paese che deve mettere i diritti al primo posto

Gessica lavora al delfinario di Rimini come addestratrice e speaker. Nel 2007 era stata proclamata Miss Romagna e aveva conquistato la finale al concorso Miss Italia. Dopo questa esperienza è decollata una carriera nel mondo dello spettacolo: ha preso parte a programmi Rai e Mediaset come cantante, ballerina e presentatrice. Ieri è stata sfregiata con l'acido dal suo ex compagno: una riminese di 28 anni è ricoverata in gravissime condizioni al Bufalini di Cesena e rischia di perdere la vista.

Anche un'altra finalista di Miss Italia, la 23enne di Macerata Rosaria Aprea, alcuni mesi fa è stata vittima di violenza: il fidanzato l'aveva picchiata al punto da ridurla in fin di vita.

Sempre ieri a Messina Ilenia è stata data alle fiamme e ha ustioni sul 13% del suo corpo. È indiziato il suo ex che nega davanti agli inquirenti e anche la stessa donna dice che non è stato lui. Poi ci sono altre donne, altre violenze. Ad esempio c'è Sandrine, morta nel Cpa di Cona o la storia di S. nel Cie di Ponte Galeria. E ancora ci sono le storie delle lavoratrici del call center Almaviva che hanno perso il loro posto di lavoro mentre in Italia si brindava al nuovo anno. 

Questa è la cronaca di un’ordinaria violenza sulle donne a inizio 2017. La fine dello scorso anno una grande manifestazione a Roma ha visto in piazza decine di migliaia di persone al grido “Non una di meno”. E ciò che è ancora più grave è stata la pochissima visibilità mediatica di quel 26 novembre. Donne e violenza maschile, donne e lavoro o donne migranti sono una bussola importante per capire dove sta andando il Paese. 

L’anno nuovo annuncia ancora le sue emergenze su cui dovrebbe esserci l’attenzione massima di tutti, a ogni livello: parità di genere, lavoro, giovani, migranti. In una sola parola: i diritti. E il Paese che non li sa difende o non li allarga non è destinato a nulla di buono.

Giuseppe Manzo

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

@nelpaeseit

L'ultima modifica Mercoledì, 19 Luglio 2017 13:32
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31