Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 12 Novembre 2019

MAFIE: UN PROBLEMA DEL NORD

Scritto da  Giuseppe Manzo Feb 07, 2017

Il processo Aemilia e la “zona grigia” in cui è coinvolta la Juventus: rompere l’omertà sulla presenza mafiosa nelle regioni del Nord

La scorsa settimana è arrivato il grido delle associazioni e del Forum Terzo Settore Emilia Romagna per il più grande processo di mafia al Nord: il processo Aemilia.

Le aule del tribunale sarebbero vuote se non fosse per l’impegno di Libera che accompagna le scolaresche ad assistere a un dibattimento pesante. Alla sbarra ci sono 150 imputati, gran parte dei quali accusati di avere fatto parte di una cosca di 'ndrangheta tutta emiliana legata a Nicolino Grande Aracri, considerato capo dell'omonimo clan di Cutro, in Calabria.

“Svegliati Aemilia” è lo slogan per coinvolgere l’attenzione dell’opinione pubblica e dei media nazionali, troppo distratti su questo processo. Soprattutto se lo confrontiamo con la gran cassa mediatica di Mafia Capitale che proprio oggi vede archiviare 113 imputati su 116 e il crollo dell’imputazione di associazione mafiosa.

La gravità di ciò che sta accadendo nelle regioni settentrionali ha un altro capitolo inquietante. "Secondo la Procura di Torino la Juventus non è parte lesa ma neanche concorre nel reato: dunque, c'è una grande zona grigia che è esattamente il terreno su cui la Commissione ha il dovere di investigare anche per proporre poi soluzioni normative". Lo ha detto il presidente del Comitato Mafia e Sport della Commissione Antimafia, Marco Di Lello, al termine dell'audizione dei pm di Torino sul caso che ha sfiorato la Juve. Il caso riguarda le infiltrazioni della ndrangheta al nord, inchiesta che ha lambito la Juve per possibili interessi delle cosche sulla rivendita dei biglietti e di cui però nessun dirigente è indagato.

"La valutazione" che fanno i pm ha proseguito Di Lello, "è che per portare avanti una accusa in sede processuale occorrono elementi che non hanno ravvisato nei casi in questione. E' una valutazione che rispettiamo. C'è la piena consapevolezza da parte dei dirigenti della Juve e nessun nocumento, nessuno svantaggio: i biglietti li vendevano. Conoscere queste modalità di gestione ha suscitato qualche perplessità all'interno del Comitato; ci ritorneremo, ora continuiamo il nostro lavoro in queste settimana con l'audizione sul Catania".

Poi ci sono le inchieste che riguardano la Lombardia. È chiaro che le mafie sono un problema nazionale e quella “zona grigia” sta diventando strutturale nel tessuto economico del Nord. Prenderne coscienza e portarlo al centro del dibattito può rompere quel muro di omertà che per troppo tempo è stato imputato ai cittadini del Mezzogiorno.

G.M.

@nelpaeseit

L'ultima modifica Mercoledì, 19 Luglio 2017 13:35
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30