Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 08 Agosto 2020

QUEL SINDACO ITALIANO DIRETTO A DIJARBAKIR ARRESTATO DAI TURCHI

Scritto da  Giuseppe Manzo Mar 24, 2017

La vicenda del sindaco di Santomenna Massimiliano Voza: arrestato in Turchia perché aveva un biglietto per Diyarbakir, capoluogo della regione curda nel Sud-est del Paese. La protesta dei senatori di Sinistra Italiana.

"Quanto accaduto al sindaco di Santomenna Massimiliano Voza rappresenta un gravissimo comportamento da parte del governo turco. Ci aspettiamo una netta presa di posizione da parte del governo italiano".

Lo hanno dichiarato il senatore di Sinistra Italiana Peppe De Cristofaro, vicepresidente della commissione Esteri, e l'europarlamentare Eleonora Forenza de L'Altra Europa - gruppo GUE/NGL nel corso della conferenza stampa, alla quale hanno partecipato anche Massimiliano Voza, e Ozlem Tanrikulu, Presidente Uiki Onlus, sulla vicenda dell'arresto e dell'espulsione dello stesso Sindaco salernitano all'aeroporto di Istanbul.

"Non è accettabile - proseguono De Cristofaro e Forenza - porre in stato di arresto una persona, che peraltro si qualifica come sindaco di un comune italiano, per il solo fatto di possedere un biglietto aereo per Diyarbakir, capoluogo della regione curda nel Sud-est del Paese. Ciò rappresenta uno schiaffo in faccia al rispetto dei diritti umani".

"Al sindaco Voza è stata negata perfino la telefonata al consolato italiano, che nel frattempo si era autonomamente attivato. Si è trattato di un vero e proprio sequestro di persona, visto che al Sindaco non sono stati restituiti neanche la fascia tricolore e il cellulare istituzionale, posti sotto sequestro al momento dell'arresto".

"Massima solidarietà a Massimiliano Voza e a tutte le persone che lottano ogni giorno per l'autodeterminazione del popolo curdo e per la democrazia in Turchia" ha aggiunto Forenza. "Come eurodeputata penso che l'Unione Europea, di fronte alla stretta autoritaria del governo Erdogan, dovrebbe sospendere subito gli accordi commerciali con la Turchia e quelli legati ai respingimenti dei migranti. L'Ue deve smettere non solo di assistere impassibile e di finanziare i crimini di un regime come quello turco".

Redazione

@nelpaeseit

Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Agosto 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31