Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 22 Ottobre 2018

NON LASCIATE SOLO NELLO TROCCHIA: APPELLO ON LINE PER IL GIORNALISTA MINACCIATO

Scritto da  Giuseppe Manzo Ago 05, 2015

"Io sto con Nello Trocchia" è la petizione per chiedere alle istituzioni di tutelare la vita del cronista minacciato dalla criminalità organizzata.
A quasi due mesi dall'intercettazione da parte dei carabinieri di Napoli di una telefonata in cui il fratello di un camorrista pronunciava la frase "a quel giornalista gli spacco il cranio", lo Stato non ha ancora predisposto alcuna misura per garantire l'incolumità di Nello Trocchia.

Collaboratore de Il Fatto Quotidiano, L'Espresso e La7, Trocchia è stato minacciato di morte per le sue inchieste giornalistiche che hanno fatto scattare indagini contro un clan di camorristi.

A seguito dell'intercettazione, il fascicolo è stato immediatamente trasmesso alla Procura di Napoli e poi alla Prefettura. Ma lì è fermo da settimane, e neanche una comunicazione ufficiale è stata inviata a Nello Trocchia.

Su Change.org è stato lanciato un appello in solidarietà del giornalista, già firmata da diversi colleghi tra cui Roberto Saviano, Milena Gabanelli, Peter Gomez, Lirio Abbate e Riccardo Bocca.

"Lo Stato dimostra di sottovalutare il problema, quello delle minacce ai giornalisti, che solo nei primi sei mesi del 2015 ha riguardato oltre duecento cronisti", si legge nella petizione, "e che rischia di affossare la libertà di informazione e con essa la qualità della nostra democrazia".

"Quel che oggi sta accadendo a Nello Trocchia potrebbe avvenire ad ognuno di noi. Nel silenzio delle istituzioni. Anche, e ci duole sottolinearlo, del nostro Ordine professionale, da cui ci saremmo aspettati un impegno più deciso.

Per questo vogliamo esprimere la nostra solidarietà a Nello Trocchia; chiedere alla Prefetto di Napoli, Gerarda Maria Pantalone, di prendere le decisioni necessarie per garantire l'incolumità del nostro collega minacciato e di comunicargliele nel più breve tempo possibile. Chiediamo inoltre al nostro ordine professionale di intervenire sul governo per impedire che casi del genere si ripetano".

 

G.C.

@nelpaeseit

Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Ottobre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31