Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Domenica, 12 Luglio 2020

G7, ACCORDO SENZA GLI USA. DALLA SCIENZA 78 PROPOSTE PER L'AMBIENTE

Scritto da  Redazione Giu 13, 2017

Concluso ieri il G7 dedicato all’ambiente sotto la Presidenza italiana. Il dietrofront dell’amministrazione USA sugli Accordi di Parigi sul clima non ha scoraggiato gli altri 6 Paesi del G7 e l’Unione Europea. Confermata con forza la volontà di implementare la dimensione ambientale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Agenda 2030) e di attuare la transizione energetica verso un’economia a carbonio zero entro il 2050.

Asse tra Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Uk e Ue. Ma gli Stati Uniti ribadiscono il no a Parigi e tagliano i fondi. Galletti: “Poteva essere un G7 della rottura, è stato il G7 del dialogo. Con gli Usa speriamo di poter portare avanti un dialogo costruttivo, ogni posizione diversa per noi è esclusa”

“I ministri dell’Ambiente del G7 riuniti a Bologna hanno delineato una serie di azioni importanti e indispensabili per attuare l’Accordo di Parigi sul clima quale unico strumento internazionale che raccoglie gli impegni di riduzione delle emissioni dei singoli Paesi” dichiara Mariagrazia Midulla del WWF in rappresentanza di GCAP Italia.

La Coalizione accoglie positivamente che il documento finale del G7 sull’ambiente si apra con il riferimento all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e riconosca il legame indissolubile tra economia, società e ambiente, ponendosi come obiettivo ultimo lo sviluppo inclusivo, quello che non lascia indietro nessuno. “Implementare tutte e tre le dimensioni dello sviluppo sostenibile - economica, sociale e ambientale - è l’unica strada percorribile per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030” commentano i portavoce di GCAP Italia Stefania Burbo e Massimo Pallottino.

“La tendenza è spesso stata quella di considerare solo la dimensione economica dello sviluppo: ci auguriamo che il comunicato di questo G7 sull’ambiente segni una svolta nella formulazione di politiche e strategie più eque verso uno sviluppo sostenibile per tutte e tutti”.

“Unanimità sullo sviluppo sostenibile, sulla fine dei sussidi ai combustibili fossili, sull’uso sostenibile delle risorse, sugli investimenti verso le tecnologie pulite, sulle riforme fiscali in senso ecologico, sul dialogo con i Paesi più vulnerabili e l’Africa nella lotta comune contro il cambiamento climatico” questi in conclusione, secondo Mariagrazia Midulla, i buoni risultati del G7 Ambiente sotto la Presidenza italiana.

Il decalogo

È stato presentato a Bologna il Decologo per una società ecologica, il manifesto di proposte redatto e promosso da un'ampia rete di rappresentanti della comunità scientifica e accademica e da circa 200 associazioni attive in tutto il paese sul fronte della tutela ambientale.

Modello energetico, produttivo e agricolo, mobilità, gestione dei rifiuti, infrastrutture e cementificazione, acqua e servizi pubblici locali, salute pubblica e modello partecipativo sono gli ambiti in cui RE.S.eT. - la Rete Scienza e Territori per una società ecologica, declina 78 proposte concrete che, implementate, farebbero dell'Italia un paese a zero emissioni e zero veleni.

Tra i 100 scienziati firmatari, il Presidente dell'Associazione Meteorologica Italiana Luca Mercalli, il gruppo di ricerca di Bologna "Energia per l'Italia", presieduto dal chimico Vincenzo Balzani, il genetista e oncologo Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Health Research Organization di Philadelphia, USA, lo storico dell'ambiente e merceologo Giorgio Nebbia, i medici dell'ISDE – Medici per l'Ambiente e decine di altri esponenti di spicco della comunità scientifica.

Tra i promotori sociali, sono circa 200 le associazioni aderenti. Tra esse l'associazione A Sud, la Rete della Conoscenza, il coordinamento nazionale No Triv, il Forum Italiano Movimenti per l'Acqua, la Rete dei Comuni Virtuosi, l'Istituto Ramazzini,Legambiente, Arci, Fairwatch e oltre cento comitati territoriali impegnati nella difesa dei propri territori contro progetti ad alto impatto ambientale e sociale.

Il Decologo è parte delle attività promosse dalla società civile in occasione del G7 ambiente e si configura come percorso di convergenza ed alleanza tra società civile e comunità scientifica, con l'obiettivo di imporre nel dibattito pubblico e nell'agenda politica proposte concrete e qualificate per impostare una reale e serrata transizione in senso ecologico dell'economia e della società, il cui portato e la cui validità sono destinate a durare ben oltre le giornate del G7 Ambiente ai blocchi di partenza nel capoluogo emiliano.

Redazione

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31