Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 23 Aprile 2019

AUTISMO E ARTE: JORIT RACCONTA LA STORIA DI NICCOLÒ In primo piano

Scritto da  Giuseppe Manzo Mar 30, 2018

Ha realizzato i murales più grandi del mondo nella periferia est di Napoli, il “Bronx”. E ora spiega chi è Niccolò, il volto del bambino che segue quello del calciatore più forte di tutti i tempi, Diego Armando Maradona. Jorit, artista di fama mondiale, sulla sua pagina facebook racconta la storia di quel bambino attraverso la voce dei suoi genitori che hanno scoperto 15 anni fa la “sindrome dello spettro autistico”. Il 2 aprile, a Pasquetta, sarà la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo.

Ecco cosa scrive Jorit:  

“Per il 2 aprile ormai da qualche anno è stata istituita la giornata mondiale della consapevolezza sull' autismo, che ha avuto il merito di far conoscere ad un numero sempre maggiore di persone un mondo che molti, forse troppi ,ancora ignorano. Per una strana ironia della sorte in un pomeriggio uggioso pressappoco negli stessi giorni esattamente il 4 aprile di 15 anni fa, uno specialista ci comunicò che quegli strani e buffi comportamenti di Niccolò che a volte tanto ci facevano sorridere e inquietare allo stesso tempo e i suoi silenzi o le poche paroline quelle si davvero buffe, avevano un nome non altrettanto buffo e invece molto inquietante: sindrome dello spettro autistico, inutile dire che 15 anni fa a parte la parola spettro che evocava di per sé scenari cupi, dell' autismo non sapevamo nulla se non stupide idee e pregiudizi.

Ci hanno ripetuto piu' volte che siamo dei genitori speciali ma vi confesso che ho desiderato per anni in ogni singolo giorno della mia vita di poter essere un genitore normale ma è negli stessi anni che ho capito che noi di speciale non abbiamo avuto niente se non Niccolò che con i suoi sorrisi e la sua presenza ci ha reso la vita migliore e ci ha dato la possibilità di incontrare persone meravigliose in questo lungo cammino che ci hanno aiutato e confortato; tenuti in piedi.

Per qualche strana magia come per osmosi tutti quelli che hanno incrociato Niccolò sul loro percorso si sono lasciati contagiare da questa gioia, tra queste persone nell' ultimo mese e mezzo si sono aggiunte altre persone, che negli occhi di Niccolò hanno colto tutto quello che di meraviglioso c'è solo per quelli che sanno guardare davvero:l' essenziale invisibile agli occhi”.

La vera arte di Jorit

L’arte racconta la diversità e smonta lo stigma della malattia. E lo fa con il talento di Jorit che ha scelto i muri di palazzoni giganti della periferia urbana di Napoli, dove lo stigma sociale emargina e trasforma i bambini in “baby gang”, senza scuola e senza lavoro. Lo fa mettendo insieme quel “bimbo di strada” diventato campione del mondo e il calciatore più forte di tutti i tempi. Ed è questa la più grande opera d’arte che è stata realizzata: mettere insieme diversità, emarginazione e speranza. Grazie Jorit.

L'ultima modifica Venerdì, 30 Marzo 2018 15:02
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Aprile 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30