Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 14 Ottobre 2019

Foto repertorio Foto repertorio

CLIMA E DIRITTI UMANI, "STORICA" DICHIARAZIONE A NEW YORK. E IN ITALIA ECCO IL DECRETO LEGGE In primo piano

Scritto da  Redazione Set 19, 2019

Oltre 200 rappresentanti dei popoli nativi, lavoratori, accademici, ambientalisti e attivisti per i diritti umani – un numero senza precedenti – hanno adottato oggi a New York una “storica” dichiarazione che chiede ai governi e alle imprese economiche di affrontare urgentemente l'emergenza climatica per assicurare la sopravvivenza dell'umanità. La dichiarazione è stata adottata durante i lavori del Summit dei popoli su clima, diritti e sopravvivenza umana, in programma a New York fino al 19 settembre, alla vigilia del Vertice delle Nazioni Unite sull'azione in favore del clima, in programma al Palazzo di Vetro il 23 settembre.

Il Summit è stato convocato dall'Ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite, Greenpeace International, Amnesty International, Centro per il diritto internazionale ambientale, Fondo globale Wallace e dal Centro per i diritti umani e la giustizia globale dell'Università di New York. L'obiettivo degli organizzatori e dei partecipanti è quello di mettere in campo nuovi poteri, energie e risorse per dare vita a un movimento di massa orientato al superamento della crisi climatica attraverso politiche che pongano al centro le persone e i diritti umani.

Tra gli strumenti di pressione su governi e imprese economiche sono stati individuati le azioni giudiziarie comuni, le campagne nazionali e internazionali, i disinvestimenti dal settore delle energie fossili e un uso più efficace degli strumenti a disposizione per chiamare i responsabili di determinati comportamenti e azioni a renderne dovutamente conto.

Per Craig Mokhiber, direttore dell'Ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite,  "rispetto a chi vive lungo la frontiera del cambiamento climatico, le conseguenze in termini di diritti al cibo, all'acqua, all'igiene, a rifugi adeguati, alla salute, alla sicurezza personale e persino alla vita si stanno facendo già sentire. Molti di coloro che vivono su piccole isole, sulle coste e in zone soggette a rapida desertificazione vedono erodersi il proprio diritto all'autodeterminazione”.  Secondo Jennifer Morgan, direttrice generale di Greenpeace International, "la crisi climatica è una crisi dei diritti umani. Le conseguenze umane degli estremi disastri metereologici possono essere sconvolgenti, come abbiamo visto dalle profonde devastazioni causate dall'uragano Dorian. La dichiarazione adottata al Summit segna una nuova era dell'attivismo climatico”. E per Kumi Naidoo, segretario generale di Amnesty International, "la sfida più urgente al mondo ha bisogno del potere e della diversità che i movimenti popolari per i diritti umani sanno portare. Abbiamo l'appoggio della base, l'energia e gli strumenti per combattere in favore della giustizia climatica. Ma finora abbiamo colpito troppo debolmente rispetto alla nostra forza”.

Italia, ecco il Decreto Clima

Con il Decreto legge sul clima, che presto approderà in Consiglio dei Ministri, l'ambiente torna finalmente a tessere l'azione di governo e ad occupare un ruolo centrale nel dibattito politico". Lo afferma il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa. "Si tratta – ha spiegato il Ministro – di un provvedimento corposo, che proprio per questo richiede la massima condivisione, solo così può funzionare. Stiamo quindi lavorando in un clima di grande confronto affinché il testo finale possa approdare nel più breve tempo possibile in Consiglio dei Ministri".

"Posso inoltre affermare – ha aggiunto Costa – che come Ministero dell'ambiente siamo disposti a utilizzare le aste verdi per le necessarie coperture".

"Sono convinto – ha concluso il Ministro – che sapremo trovare la giusta sintesi per rendere finalmente effettive tutte le misure  in grado di mettere in moto il tanto auspicato 'green new deal', che comporti un radicale cambio di paradigma culturale e porti a inserire la protezione dell'ambiente nel nostro sistema costituzionale. Per farlo, il decreto interverrà con misure urgenti nei settori considerati più vulnerabili ai cambiamenti climatici, con l'obiettivo di incentivare comportamenti e azioni virtuose in tempi brevi".

 

L'ultima modifica Giovedì, 19 Settembre 2019 13:29
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Ottobre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31