Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Domenica, 29 Marzo 2020

SONDAGGIO / CAMBIAMENTO RADICALE MA "PRIMA GLI ITALIANI" NEL PAESE CHE RINUNCIA ALLA SVOLTA AUTORITARIA In primo piano

Scritto da  Giuseppe Manzo Gen 21, 2020

Casa, lavoro, crisi politica. Cosa pensano gli italiani mentre lo scacchiere delle alleanze si muove sugli appuntamenti delle suppletive di Napoli e verso le elezioni regionali? In un sondaggio di Swg, nella rilevazione settimanale PoliticApp, emerge un quadro molto chiaro.

Resta saldo il “prima gli italiani” su casa, lavoro e asili nido. Fino al 60% degli intervistati è convinto che gli italiani debbano avere la precedenza sui provvedimenti legislativi di questa natura. Intanto torna a risalire la voglia di cambiamenti radicali al posto di percorsi verso le riforme. Per il 37% è necessaria una “rivoluzione” mentre per il 53% occorre un percorso riformista. All’interno di questi due schiarimenti sono le classi popolari ad avere inclinazioni più nette e radicali mentre i ceti medio-alti vogliono una strada riformatrice.

A diminuire in modo sensibile è la tentazione di una soluzione autoritaria o addirittura dittatoriale. Per il 71% degli italiani servono governo e parlamento che portino avanti riforme radicali nel prossimo decennio.

C’è un tema comune che attraversa questo sentiment: cambiamento. Il Paese domanda una svolta con il passato, resta da vedere dove si potrà dirigere questa spinta per tagliare con il passato.

L'ultima modifica Martedì, 21 Gennaio 2020 16:37
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Marzo 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31