Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 18 Febbraio 2020

Foto Ansa Foto Ansa

DERAGLIA FRECCIA ROSSA, DISASTRO ALTA VELOCITÀ: 2 MORTI E 27 FERITI, ESPOSTO IN PROCURA In primo piano

Scritto da  Giuseppe Manzo Feb 06, 2020

Un boato all'alba sui binari dell'Alta velocità. Due morti e 27 feriti è il bilancio provvisorio del deragliamento del Freccia rossa Milano-Salerno partito alle 5.10 dal capoluogo lombardo. Ad altezza di Livagra, provincia di Lodi, la motrice si è staccata dal convoglio finendo prima contro una centralina e poi contro un edificio delle ferrovie. Morti i due macchinisti, ferito in modo più grave il personale pulitore del treno ma non in pericolo di vita. Un fatto gravissimo si abbatte sul sistema Av delle ferrovie che a dicembre hanno festeggiato i 10 anni in modo sontuoso: questo incidente svela tutti i problemi che quotidianamente emergono sulla rete e la qualità dei treni. 

Secondo il prefetto di Lodi poteva essere una "carneficina". Il ministro dei Trasporti si sta recando sul posto mentre gli inquirenti indagano sulle cause del disastro. Nel punto dove è deragliato il Frecciarossa c'erano dei lavori di manutenzione in corso sulla linea Alta Velocità. Secondo quanto si apprende, l'intervento - affidato ad una ditta specializzata da Rfi - era in corso anche nelle ultime ore, proprio nel punto in cui è sviato il treno. Gli investigatori stanno ora verificando se vi sia una connessione tra l'incidente e i lavori stessi.

Un esposto in Procura

"Molti di noi viaggiano frequentemente su questi treni e nessuno può mai immaginarsi che possa succedere quello che è capitato questa mattina. Ora però è necessario fare alcune considerazioni – dichiara il presidente di Udicon Denis Nesci – quello che è accaduto non deve più ricapitare e come associazione che tutela i diritti dei consumatori, ci sentiamo in dovere di capire i dettagli di questa tragedia. Presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica e chiediamo di sapere quanto prima cosa abbia portato a questo enorme disastro. Su quella linea pare che, da tempo, siano in corso lavori di manutenzione – conclude Nesci – non vogliamo trarre conclusioni affrettate e non è possibile al momento fare considerazioni, certo è che saremo in prima linea per far sì che ci sia giustizia per le vittime, per i feriti ed inoltre cercheremo di capire com'è possibile evitare che accada nuovamente una tragedia simile".

L'alta velocità ha registrato un vero e proprio monopolio nel trasporto viaggiatori in pochi anni. Nel Rapporto Pendolari si legge come in 10 anni il bilancio è imponente: i numeri sono cresciuti di anno in anno, grazie al raddoppio della flotta dei treni AV: 74 nel 2008, 144 nel 2019. I passeggeri trasportati sui treni AV di Trenitalia sono passati dai 6,5 milioni del 2008 a 40 milioni nel 2018, con un aumento del 517%.

Nello scorso autunno per circa 3 mesi si sono verificati guasti alla linea e ai treni con ritardi medi quotidiani di 30-40 minuti. In un articolo dello scorso 14 gennaio di Andrea Giuricin viene analizzata la "linea datata e sovraccarica" dell'alta velocità mentre Rfi potrebbe spendere "i 274 milioni di utili del 2018 per risolvere i guasti", oltre al nodo della manutenzione. La congestione riguarda, soprattutto, le stazioni a partire da Termini: la linea di ingresso e di uscita è la prima a saltare come accaduto nei giorni scorsi. 

Sul terreno ci sono due lavoratori morti e 27 persone, gran parte pendolari, rimaste ferite. Di fronte a questo disastro è il caso che qualcuno inizi a pagare, non è possibile morire facendo il proprio lavoro o prendendo un treno per andare a lavoro: si rimuovano immediatamente dirigenti che hanno fallito. 

L'ultima modifica Giovedì, 06 Febbraio 2020 10:41
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Febbraio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29