Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Domenica, 12 Luglio 2020

FASE 3, IL COVID-19 PREOCCUPA MENO: FANNO PAURA ECONOMIA E SCUOLE CHIUSE In primo piano

Scritto da  Cronaca Giu 09, 2020

Continua l’analisi di SWG su come la pandemia legata al Covid-19 stia modificando i comportamenti e gli atteggiamenti di individui e consumatori. Questa settimana il "radar" mette in primo piano: l’andamento della preoccupazione per il virus, il trend emozionale del periodo, le preoccupazioni economicooccupazionali e la propensione a svolgere diversi tipi di attività; le posizioni degli italiani sulle misure di distanziamento nella «fase 3» e sulle polemiche ad esse legate; la questione scuola vista dai genitori: la chiusura delle scuole a giugno, i centri estivi, la riapertura a settembre.

Vissuti individuali

Riappropriarsi della propria vita quotidiana: i dati sempre più rassicuranti sulla situazione dell’epidemia nel nostro Paese e la progressiva ripresa delle attività lavorative spinge con forza il desiderio di ritrovare la normalità perduta. Al netto di viaggiare sui mezzi pubblici ed assistere ad uno spettacolo al chiuso, la maggioranza degli intervistati si sente sicura a svolgere tutte le normali azioni della quotidianità e mostra di voler pienamente riprendere in mano la propria vita. Il virus non fa più paura e cresce la quota di chi pensa che possa essere definitivamente sconfitto. Il centro dell’attenzione si sposta ora sui temi economici ed occupazionali, dove invece la preoccupazione rimane particolarmente alta.

Sostegno alle misure di distanziamento

Con l’allentarsi della presa dell’epidemia sono venute meno molte delle misure di sicurezza imposte per ridurre la propagazione del virus, ma alcune sono rimaste in vigore. La maggior parte dei cittadini le approva, non le ritiene eccessive e pochi condividono le proteste di chi vorrebbe lasciare al singolo la scelta di quali comportamenti adottare. È opinione diffusa, infatti, che i cittadini mediamente non sono in grado di autoregolarsi da soli e quindi c’è bisogno di imposizioni di regole al fine di tutelare la collettività.

Alcune delle misure in vigore però non trovano la condivisione della maggioranza degli italiani: la riapertura delle frontiere, gli incontri illimitati e il riavvio delle attività di cinema, teatri e spettacoli suscitano ampie perplessità in quanto ritenute premature, mentre le limitazioni a matrimoni e piscine sono giudicate eccessive per un terzo dei rispondenti. In ogni caso prevale nettamente la consapevolezza che il pericolo non sia passato del tutto e una minoranza crede alla tesi che il virus sia diventato innocuo.

La questione scuola preoccupa

La decisione di mantenere chiuse scuole e asili fino alla fine dell’anno scolastico viene compresa e accettata dalla maggioranza dei genitori, ma produce anche dei malumori non trascurabili. Le modalità con le quali riprenderanno le lezioni a settembre non sono ancora definite, ma di ipotesi se ne fanno tante. Un quarto dei genitori, specialmente chi ha figli alle elementari, spinge per una ripresa normale, senza regole particolari.

Il 55% vorrebbe invece garantite misure di sicurezza, soprattutto spazi più ampi e protocolli sanitari ben definiti, in particolare sanificazione degli ambienti e misurazione della temperatura. Prevale la contrarietà per quanto riguarda l’obbligo di portare le mascherine durante le lezioni e le ipotesi di dividere le classi. Anche i centri estivi rivestono notevole importanza per i genitori, molti dei quali si troverebbero in serie difficoltà non potendone fruire.

Politica

I Gilet Arancioni guidati da Antonio Pappalardo manifestano in alcune città contro l'obbligatorietà delle misure di sicurezza e distanziamento sociale, ritenendo che non ci debba essere alcuna imposizione, le persone devono poter decidere da sole se portare le mascherine, andare al cinema o abbracciarsi non ricevono consensi: l’80% non condivide quella piazza.

Per quanto riguarda il consenso per i partiti calano i partiti di governo, la Lega tiene al 27% mentre sprofonda Italia Viva superata anche da Azione di Calenda.

L'ultima modifica Martedì, 09 Giugno 2020 15:31
Cronaca

Cronaca

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31