Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 15 Ottobre 2019

RIFIUTI, MINISTRO COSTA: "PROBLEMI NELLE GRANDI CITTÀ DEL CENTRO-SUD" In primo piano

Scritto da  Redazione Lug 31, 2019

Per ciò che concerne le criticità del sistema di gestione dei rifiuti "in alcune zone del territorio italiano, con particolare riferimento alla macro-area del Centro-Sud, si sono manifestate ripetute problematiche".

Lo ricorda il ministro dell'Ambiente Sergio Costa in audizione alla commissione Ambiente della Camera nell'ambito dell'indagine conoscitiva sui rapporti convenzionali tra il Consorzio nazionale imballaggi (Conai) e l'Anci. Le attività di raccolta differenziata "si esplicano con modalità non uniformi sul territorio e non raggiungono gli stessi livelli quantitativi, ma anche qualitativi, per tutte le aree del Paese", spiega Costa, e "rilevano difficoltà soprattutto nelle grandi città metropolitane e nei comuni ad alta densità popolare". C'è poi "la sfiducia dei cittadini in merito al sistema di raccolta differenziata- riconosce il ministro dell'Ambiente- che per tale ragione necessita di una piu' incisiva informazione rivolta agli stessi circa le modalità di funzionamento".

Costa ricorda che tra i compiti del CONAI "c'e' proprio quello di organizzare, in accordo con le Pubbliche Amministrazioni, campagne di informazione ritenute utili all'attuazione del Programma generale nonche' campagne di educazione ambientale e sensibilizzazione dei consumatori anche attraverso la diffusione dei dati sui sistemi di cauzione. L'attivita' va quindi potenziata".

Sul sistema pesa la chiusura delle frontiere decisa dal mercato cinese e che ha causato un blocco dell'esportazione dei rifiuti di imballaggio, con particolare riferimento alla carta e alla plastica non rispondenti a specifici standard di qualita'. "Infatti- spiega il ministro dell'Ambiente Sergio Costa- il mercato europeo dei materiali riciclati non è in grado di sopportare l'ampia offerta di detti prodotti sul suo territorio".

Così in tutta Europa e anche in Italia "gli impianti di riciclaggio non riescono spesso a collocare i propri prodotti sul mercato". In tale contesto la sussidiarieta' dell'Accordo Anci-Conai "ha consentito a molti Comuni, precedentemente operanti sul libero mercato, di entrare nelle diverse convenzioni sottoscritte con il sistema CONAI, facendo in modo che fosse assicurata la corretta gestione dei rifiuti di imballaggio evitando l'accumulo di rifiuti non trattati, come accaduto nel caso delle filiere del vetro, della carta e della plastica, per la quale l'attivita' sussidiaria dei consorzi ha scongiurato il verificarsi di tali fenomeni".

C'è poi "la carenza infrastrutturale che interessa la selezione ed il riciclo, soprattutto al Centro Sud, dove si registra la presenza di pochi impianti", ricorda il ministro. Ad esempio, "per quanto riguarda la situazione verificatasi in Sicilia, ho accolto favorevolmente la costituzione di un tavolo istituzionale con le tre città metropolitane di Palermo, Catania e Messina, anche con l'obiettivo di rivedere l'Accordo-Quadro sottoscritto tra il ministero, il CONAI e la Regione Sicilia, al fine di potenziare l'attivita' di raccolta differenziata", conclude Costa. 

L'ultima modifica Mercoledì, 31 Luglio 2019 16:02
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Calendario

« Ottobre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31