Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 23 Agosto 2019

MATERA, ASSEMBLEA REGIONALE E NUOVO PRESIDENTE: PRIMA TAPPA CONGRESSO LEGACOOP In primo piano

Scritto da  Redazione Feb 20, 2019

Innocenzo Guidotti è il nuovo presidente di Legacoop Basilicata. Cinquantotto anni, di Miglionico, presidente della cooperativa serramenti e infissi Coserplast, Guidotti è stato eletto all’unanimità nell’undicesimo congresso regionale dei delegati che si è tenuto a Matera il 15 febbraio; succede a Paolo Laguardia, che dopo due mandati quadriennali da presidente regionale è oggi responsabile nazionale Costruzioni e impianti dell’associazione Produzione&Servizi.

L’iniziativa a Matera ha di fatto aperto la stagione congressuale di Legacoop che, dopo aver toccato tutti le regioni, si completerà il 16, 17 e 18 aprile a Roma con la celebrazione del congresso nazionale. Si è sviluppata in due sessioni. Quella mattutina, dopo la relazione del presidente uscente Laguardia, ha visto la partecipazione e il contributo dei rappresentanti di altre associazioni imprenditoriali, dei presidenti delle altre centrali cooperative, degli assessori regionali all’agricoltura e alle attività produttive, dei segretari regionali dei sindacati, di sindaci e rappresentanti dei comuni lucani, del presidente della Camera di commercio della Basilicata.

Di quella rete, insomma, con cui Legacoop dialoga costantemente e costruisce da tempo percorsi congiunti di sviluppo e coesione. Da qualche anno, infatti, nel territorio lucano le principali organizzazioni imprenditoriali si sono raccolte nel manifesto Pensiamo Basilicata avanzando congiuntamente istanze e progettualità, partecipando ai tavoli istituzionali con un’unica espressione. La cooperazione ha svolto al suo interno una funzione di collante e di coordinamento.

“Noi cooperatori siamo fortunati. Abbiamo una lunga storia pressoché immutata. Da 130 anni forniamo risposte ai bisogni della società. Adesso questa fortuna la dobbiamo mettere a disposizione della comunità”, ha rimarcato il presidente nazionale di Legacoop, Mauro Lusetti, in conclusione dei lavori della mattinata. “Il lungo periodo di crisi pare non essere finito, siamo in un contesto generale di inattività, il Paese ha bisogno di essere sbloccato”, ha continuato Lusetti, richiamando i progetti concreti indicati nel manifesto “Cambiare l’Italia cooperando” presentato nello scorso anno dall’Alleanza delle cooperative per contribuire alla costruzione di un’Italia più innovativa e inclusiva, capace di affrontare la competizione globale senza lasciare indietro nessuno. “Adesso bisogna metterci conoscenza, capacità, talento, passione ma anche coraggio, perché il futuro è ancora complicato”. “Dobbiamo mantenere la curiosità nei confronti dei cambiamenti dei bisogni delle persone”, ed è così che si sono spalancate nuove prospettive come le cooperative tra imprenditori, le cooperative di comunità, le workers buyout, le start-up, ma anche percorsi innovativi nella cooperazione sociale e all’interno dei diversi settori.

A partire dagli stimoli forniti dal presidente Lusetti, nella sessione pomeridiana si è consumato il dibattito interno in cui, prima di eleggere i nuovi organismi, sono intervenuti i cooperatori e si è discusso delle linee strategiche e dei contenuti sia del documento congressuale nazionale che di quello regionale, in cui si è scelto di declinare in maniera più approfondita il pilastro tematico della sostenibilità. “Quello cooperativo si pone come modello di elezione per il riassetto, la coesione e il rilancio di un territorio, come quello lucano, che si sforza di uscire dalle sabbie mobili di un decennio difficile e che vede, oggi, nello spopolamento e nel conseguente dualismo generazionale il principale ostacolo per la risalita”, ha sottolineato Innocenzo Guidotti.

“Per farlo e per essere in grado di rispondere in maniera sostenibile alle nuove esigenze dettate dal contesto e dai mercati, la cooperazione deve abbracciare le nuove sfide e riconfigurarsi anch’essa”. Legacoop Basilicata sta puntando sull’intersettorialità per adeguarsi alle nuove dinamiche, intravede nella marcoarea una soluzione per ampliare le competenze dell’organizzazione e ottimizzare i servizi alle cooperative, da sempre procede spedita nel percorso dell’Alleanza. Il congresso ha sancito un cambio di modello organizzativo: in continuità con la sperimentazione avviata nell’ultimo anno, la responsabilità politica in Basilicata è posta direttamente in capo ai presidenti delle cooperative stesse, con la struttura a fungere da supporto tecnico per offrire nuovi servizi alle associate, incrementare la progettualità e mettere a punto un sistema di promozione e comunicazione efficiente.

Rilanciare la cooperazione lucana – è emerso nel corso del dibattito – vuol dire riqualificare i segmenti produttivi di eccellenza quali produzioni agroalimentari e offerta turistica e culturale, per cavalcare la straordinaria opportunità di Matera capitale europea della cultura 2019 e far sì che diventi un’onda lunga su cui agganciare l’intero Mezzogiorno; continuare a fare rete con il sistema regionale e interregionale, con le istituzioni, con le altre associazioni imprenditoriali e con le forze sociali, costruendo ponti e mai barriere; promuovere la cooperazione a tutti i livelli, far leva sui valori identitari e scommettere sulle nuove generazioni; avviare percorsi di formazione continua per una nuova leva di cooperatori e cooperatrici. Se adesso la cooperazione lucana marcia su un terreno meno incerto e sconnesso è anche grazie alla Legge regionale 12 del 2015, in cui è posta attenzione particolare sulle cooperative di comunità, e al fondo per il sostegno dell’occupazione nelle imprese cooperative, istituito con delibera regionale nello scorso dicembre grazie a un lavoro congiunto. Il fondo rotativo costituisce un dispositivo finanziario innovativo per consolidare le cooperative esistenti e promuoverne di nuove in settori strategici, sempre nell’ottica di continuare a far germogliare “imprese di persone che generano comunità e futuro”.

 

L'ultima modifica Mercoledì, 20 Febbraio 2019 09:41
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Agosto 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31