Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 11 Dicembre 2018

"CROTONE RESTA UMANA": L'8 DICEMBRE UNA MARCIA SILENZIOSA NEL NOME DELL'ACCOGLIENZA In primo piano

Scritto da  Redazione Dic 06, 2018

Un appello chiaro, semplice e senza “fraintendimenti” di chi è una periferia d’Europa dove l’accoglienza è un imperativo da sempre. Così affermano i promotori di “Crotone resta umana” che manifesterà sabato 8 dicembre: “ad una umanità che cede il passo alla freddezza di una legge ingiusta, l’unico antidoto possibile è un’umanità che rifiorisce sotto il segno della fratellanza”.

Alle 19 saranno in piazza della Resistenza per una fiaccolata silenziosa e senza barriere, l’unico slogan è “la sete di umanità, uguaglianza e giustizia sociale per tutti”.

“L’evoluzione degli esseri umani – scrivono nell’appello - passa attraverso l’abbattimento delle barriere mentali e dei preconcetti costituiti da campagne di odio; noi invece vogliamo seguire l’unico messaggio che i grandi uomini che hanno abitato il nostro pianeta ci hanno sempre trasmesso, che è quello della vicinanza fra gli esseri umani, quello di volere un mondo di uguali, e solidali perché qui nessuno si salva da solo”.  

“Per mandare a tutto il Paese – aggiungono - che oggi vive un clima di paura, intolleranza e razzismo, un messaggio di pace e di fratellanza. Un messaggio di umanità e solidarietà che la comunità di Crotone ha da sempre portato avanti accogliendo da decine di anni uomini, donne, vecchi e bambini che scappano dalla  guerra, dalla fame dalla povertà”.

“Siamo una periferia d’Europa, in piena crisi economica, isolati dal resto del paese, con un territorio sfruttato e martoriato dal punto di vista energetico e ambientale, abbiamo i peggiori indicatori economici e sociali d’Italia, eppure non ci siamo mai tirati indietro di fronte alla sofferenza altrui. Per noi la fratellanza è un principio ineludibile, la dignità umana prima di ogni cosa, la solidarietà senza differenze. Abbiamo accolto profughi bianchi e neri, africani, curdi e albanesi, abbiamo aperto le nostre porte a cristiani, musulmani e laici di ogni terra, abbiamo soccorso tutti senza mai chiedere loro il documento d’identità, per terra e per mare”, sottolineano.

Crotone crede ancora “nei principi di uguaglianza, solidarietà, tolleranza e coesione sociale, nel rispetto dei diritti umani che contrastano povertà e marginalità”. Le fiaccole vogliono riaccendere le coscienze.

 

 

L'ultima modifica Giovedì, 06 Dicembre 2018 14:28
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31