Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 14 Luglio 2020

COVID-19, IN CALABRIA SALUTE MENTALE DIMENTICATA: LA LETTERA DI LORENZO SIBIO In primo piano

Scritto da  Redazione Apr 02, 2020

Il responsabile regionale di Legacoop Sociali, e presidente di Legacoop Calabria, Lorenzo Sibio, ha scritto una lettera alla direzione commissariale dell’Azienda sanitaria provinciale n. 5 di Reggio Calabria in merito alla situazione delle strutture che si occupano di salute mentale.

“La salute mentale è un bene prezioso, alla stessa stregua di quella fisica, e da questo punto di vista è unanimemente riconosciuto che l’attuale emergenza Covid-19 determinerà conseguenze a lungo termine; per questo non vogliamo essere lasciati da soli – scrive Sibio - Questa emergenza da coronavirus ha messo in evidenza la nostra fragilità, le enormi debolezze di un sistema, tra cui quello sanitario, che già in “tempo di pace” faticava enormemente ed ora si trova ad affrontare una crisi senza precedenti, privo di strumenti di protezione e senza il supporto delle Istituzioni. In questo particolare momento storico la vera dimostrazione è che tutto regge soltanto sulla buona volontà di qualche migliaio di operatori sanitari e sociali che portato sulle loro spalle la responsabilità di tenere in vita servizi essenziali tra i quali quelli psichiatrici – si legge ancora nella lettera all’Azienda sanitaria provinciale n, 5 - In Italia, mentre tutta la sanità è sottoposta a un grandissimo stress e ad una sfida senza precedenti, la salute mentale, i suoi utenti, le famiglie e tutti i cittadini che percepiscono lo stress in maniera importante, soffrono in silenzio”.

“Nella nostra Regione e nell’ASP 5, questo stress e questa sofferenza viene vissuta in maniera ancora più drammatica dagli utenti, dalle loro famiglie e dagli operatori delle cooperative sociali impegnate a garantire l’assistenza presso le Strutture Residenziali psichiatriche, per il silenzio assordante di questa gestione Commissariale – prosegue la lettera - Al grande senso di responsabilità dimostrato dagli operatori delle cooperative sociali impegnate a sostenere servizi psichiatrici essenziali a rischio collasso, in un momento in cui la preoccupazione di sapere che si sta affrontando una sfida terribile per tutti, gravosa ed impossibile, se si pensa alla condizione cui si è costretti ad operare e non certamente di aiuto, non consegue né si rileva nessuna attenzione da parte di chi, oggi, per dovere istituzionale rappresenta non solo l’Azienda Sanitaria ma anche lo stesso governo".

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31