Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Domenica, 18 Novembre 2018

CASTELLAMARE DI STABIA AVRA' IL NUOVO NIDO COMUNALE

Scritto da  Redazione Ott 17, 2013

Infanzia: apre a Castellammare di Stabia l’asilo nido comunale. È realizzato grazie a una collaborazione tra il Comune e la cooperativa Prisma del gruppo Gesco. Il nido potrà ospitare fino a 60 bambini dai tre mesi ai tre anni per 48 settimane l’anno, dalle 8.00 alle 16.30 con la possibilità di usufruire della pre-accoglienza (7.30-8.00) e la post-accoglienza (16.00-18.30).

Sarà un asilo nido modello, con spazi studiati apposta per le esigenze di svago e di socializzazione dei più piccoli, e un programma alimentare che corrisponda alle loro necessità di una crescita sana. Si inaugura domani alle ore 17.00 a Castellammare di Stabia l’asilo nido Carducci, al civico 2 della strada omonima, grazie a una collaborazione tra il Comune di Castellammare di Stabia e la cooperativa socialePrisma del gruppo Gesco.

Saranno presenti all’inaugurazione: il sindaco di Castellammare Nicola Cuomo; il vicesindaco e assessore all’Istruzione Maria Rita Auricchio;l’assessore alle Politiche sociali Antonio Poziello; il presidente di Prisma e vicepresidente di Gesco Michele de Angelis; il responsabile del gruppo di imprese sociali Gesco, Sergio D’Angelo.Il nido potrà ospitare fino a 60 bambini dai tre mesi ai tre anni per 48 settimane l’anno, dalle 8.00 alle 16.30 con la possibilità di usufruire della pre-accoglienza (7.30-8.00) e la post-accoglienza (16.00-18.30). I progetti di arredo sono stati elaborati dall’architetto Giovanni Maria Fumagalli.

«Il nido fa parte dei servizi all’infanzia previsti dal Piano straordinario della Regione Campania e finanziati con fondi europei – spiega Michele De Angelis– e viene realizzato ex novo in una struttura comunale che già ospitava un asilo, riadattata secondo un progetto educativo che vede al centro il bambino e il suo processo di crescita emotiva e cognitiva. Per questo, abbiamo posto molta attenzione agli spazi, pensando ogni angolo del nido in funzione delle fasce età e del grado di sviluppo dei bambini, per stimolarli ad acquisire nuove competenze. Anche l’alimentazione è stata studiata per una crescita sana, e privilegerà prodotti freschi e a chilometro zero».

La cooperativa Prisma del gruppo Gesco è specializzata in servizi all’infanzia. Il suo progetto pedagogico fa riferimento ai risultati della ricerca psicopedagogica di Elinor Goldschmied, Sonia Jackson, Grazia Honegger Fresco e della scuola Montessoriana, che riconosce centralità al bambino come portatore di diritti; all’ambiente fisico e affettivo e alla famiglia come co-protagonista del processo di crescita. Il progetto pedagogico è un percorso dinamico a cui tutti compartecipano, siano genitori o educatori, divenendo co-generatori di una cultura dell’infanzia, con una visione e con conoscenze opportune, traducibili in un operazione pedagogica dove ritrovare il valore educativo dell’ascolto, dell’osservazione mirata, della registrazione di stati e cambiamenti, di valutazione e di monitoraggio costanti.

Redazione Campania

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30