Stampa questa pagina

"IL FRATELLO MINORE": LA NAPOLI IN "GIALLO" NEL LIBRO DI ENZO ESPOSITO

Scritto da  Redazione Apr 12, 2018

Napoli 1963. Marcello Narducci è un giornalista, rassegnato dopo tante delusioni e la censura fascista.  È solo, morti il padre e la madre, morto anche suo fratello maggiore, nella Grande guerra, alcuni anni prima che egli nascesse. Ma pur non avendolo mai conosciuto, con suo fratello vive un rapporto particolare, ossessivo. Che si riaccende per un atroce delitto.

Un’intera famiglia è sterminata in un appartamento chiuso: un caso che presto gli svela corrispondenze con la sua vita. Fra cui il tormentato rapporto tra due altri fratelli. Questo il filo narrativo del libro "Il fratello minore" (Homo Scrivens editore, collana Dieci) scritto dal giornalista Vincenzo Esposito, vice redattore capo del Corriere del Mezzogiorno. Il romanzo sarà presentato a Napoli il 14 aprile alle ore 17 nella Chiesa di San Severo al Pendino con gli interventi di Aldo Putignano, editore e scrittore, Antonio Sasso, direttore del Roma, e con le letture della scrittrice Serena Venditto. Modera la giornalista Ida Palisi.

 

L'ultima modifica Giovedì, 12 Aprile 2018 10:36
Redazione

Redazione