Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 20 Luglio 2019

OCCUPAZIONE IN CRESCITA PER LA COOPERATIVA ITACA

Scritto da  Redazione Giu 19, 2015

L'occupazione nella cooperativa Itaca continua a crescere e nel 2014 segna un aumento del 5,1%, proseguendo il trend al rialzo del 2013. La presenza femminile si attesta all'82,6%, mentre i lavoratori mediamente occupati nel 2014 sono stati 1.518, di cui il 76,4% rappresentato da soci.

Sono questi i dati definitivi emersi dal bilancio della Cooperativa sociale Itaca, approvato all'unanimità pochi giorni fa nel corso dell'assemblea generale dei delegati, svoltasi a Pordenone alla presenza del presidente nazionale di Legacoop, Mauro Lusetti.
"Occupazione e mutualità interna per noi di Itaca sono caratteristiche fondanti", ha affermato la presidente della cooperativa Orietta Antonini, "nonostante il perdurare della crisi economica scoppiata nel 2008 che ci ha consegnato un sistema socio economico definitivamente ridimensionato in termini di risorse economiche. In questa luce vanno letti i risultati raggiunti da Itaca nel corso del 2014, risultati incoraggianti, anche se dai trionfalismi preferiamo restare lontani".

I ricavi di Itaca sono infatti in aumento e sfiorano i 39 milioni di euro; a crescere è anche l'utile, che supera i 300mila euro. La quantificazione monetaria della mutualità verso i soci lavoratori è stata pari a 536 mila euro (in costante incremento negli ultimi tre esercizi) ed ha interessato un vastissimo numero di soci, anche attraverso una più accentuata diversificazione degli strumenti.
"Solo per evidenziare gli interventi più significativi e quantificabili", ha ricordato la presidente di Itaca, "anche se non tutta la mutualità è traducibile in vantaggio economico, sottolineiamo gli inquadramenti migliorativi e l'introduzione del sesto scatto di anzianità, che insieme fanno il 60% della mutualità complessiva, gli strumenti riconducibili alla conciliazione dall'integrazione al 100% della maternità ad erogazioni di servizi e voucher, e la remunerazione del prestito sociale".

Particolarmente significativo risulta poi il dato del costo del lavoro, che rappresenta la voce più importante con un'incidenza sui ricavi diretti e che "per la prima volta ha toccato l'87%. La precisazione non è secondaria" ha puntualizzato Orietta Antonini, "perché dal primo gennaio 2014 è stata erogata l'ultima tranche prevista dalla piattaforma del Contratto collettivo nazionale delle coop sociali, che negli ultimi tre esercizi ha prodotto un aumento medio del costo del lavoro complessivamente del 7%".

Per questo motivo è "particolarmente indicativo il risultato ottenuto, che evidentemente si è prodotto anche e soprattutto grazie alle economie di scala realizzate nella tecno-struttura, e alla capacità di contenere i costi di produzione e indiretti frutto dell'impegno delle equipe di lavoro e dei molti coordinatori che operano nei servizi".

 

Redazione 

@nelpaeseit

 
 
 
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31